Per cercare di ridurre il distacco da PS4 (avanti di circa 3 milioni di copie in tutto il mondo), Microsoft ha deciso di tagliare il prezzo della Xbox One che dal 9 giugno sarà venduta anche senza Kinect. Questa mossa, inizialmente osteggiata dagli strenui difensori della periferica, sembra stia già dando i primi frutti.

xbox-one-taglio-prezzo-frutti

A parlare è oggi Tony Bartel, presidente di GameStop, che ha ammesso che gli ordini per la console nei suoi negozi si sono improvvisamente impennati non appena si è saputo del taglio del prezzo. Non solo gli utenti sono più interessati alla console, ma Bartel riporta che alcuni negozi hanno già terminato le scorte di questa versione. Insomma, sembra che davvero la scelta di pareggiare il prezzo di vendita di PlayStation 4 sia stata un successo, ed ora che la console americana arriverà anche in Cina e in Giappone, sempre al prezzo corrispondente di 399 dollari, l’operazione sorpasso potrebbe davvero cominciare.

Quanto lo hai trovato utile/interessante? Faccelo sapere con un voto!