Ghost Recon Wildlands gratis: disponibile un free trial di 5 ore

ghost recon wildlands gratis free trial 5 ore

A pochi mesi di distanza dalla sua release ufficiale, uno dei giochi Ubisoft più attesi potrà essere provato in via del tutto gratuita. Ghost Recon Wildlands gratis, anche se, va da sè, per un periodo limitato di tempo. È stato reso disponibile un free trial del titolo: si potrà esplorare il mondo di giochi, portando a compimento le relative missioni, fino ad un tempo massimo di 5 ore. Se eravate indecisi sull’acquisto dell’ultimo capitolo del franchise Tom Clancy’s, probabilmente con questa prova potrete fugare ogni vostro dubbio.

La demo in questione è disponibile attualmente per Playstation 4 ed Xbox One, mentre non se ne trova traccia, al momento, su Steam o Uplay. Probabilmente è solo questione di tempo prima che il free trial venga esteso anche all’utenza PC.

Ecco come provare Ghost Recon Wildlands gratis

La news è arrivata in concomitanza con l’annuncio di una open beta per il PvP del nuovo Ghost Recon. Come i fan della prima ora sapranno, il gioco aveva debuttato sul mercato lo scorso Marzo, ma non possedeva una modalità player-versus-player. Ebbene, questa lacuna sta per essere colmata, ed il test di questa nuova modalità di gioco avverrà attraverso una beta aperta al pubblico, che si terrà in estate inoltrata.

Per poter provare tutte le potenzialità di Wildlands, è sufficiente connettersi allo store online della console che si possiede. Per poter provare Ghost Recon Wildlands gratis basterà connettersi al PSN o all’Xbox Live, scaricare la demo ed usufruire liberamente del periodo di prova di prova  di 5 ore messo a disposizione da Ubisoft.

È inutile sottolineare il fatto che chiunque si affacciasse per la prima volta a Ghost Recon Wildlands avrà un numero enorme di missioni ed operazioni da svolgere. Il nuovo titolo Ubisoft ha ricevuto un enorme supporto dai suoi sviluppatori, attraverso il nuovo DLC Fallen Ghosts, e tramite i tanti aggiornamenti gratuiti, che hanno apportato, tra le varie cose, un nuovo livello di difficoltà: il Tier 1. Grazie a tutti questi fattori, Wildlands ha potuto aggiudicarsi il titolo di best seller della prima metà del 2017.

Ghost Recon Wildlands: la parola alla critica di settore

Nonostante l’accoglienza data al gioco sia stata a dir poco calorosa, il titolo Ubisoft non è stato esente da difetti. Ecco l’opinione del critico videoludico Miguel Concepcion.

“Come secondo gioco open world nell’universo Tom Clancy, Ghost Recon: Wildlands è un shooter dalla componente tattica, ma ha leggermente sprecato l’ambizioso scopo fornita dalla sua mappa, apparentemente priva di confini e completamente esplorabile. Nonostante la sua forza consista nella diversità delle missioni, non ci vuole molto a perdere le proprie motivazioni una volta arrivati alla porta di El Sueno. Anche se si dispone di un gruppo di quattro compagni ben allenati, Wildlands rivela dei rendimenti decrescenti. La positiva di immediatezza e la dopamina iniziano a scemare rapidamente, molto più in fretta di quanto sarebbe lecito attendersi da un gioco che mette a disposizione un mondo così vasto con così tante cose da fare.”

Voi cosa ne pensate? Siete rimasti soddisfatti dall’ultimo Ghost Recon? Scrivetecelo nei commenti.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Claudio Albero

Nasce a Torre del Greco, una piccola metropoli alle falde del Vesuvio, nei favolosi anni ’80, che già però non avevano più niente di favoloso. Provano ad educarlo con Beatles e musica classica sin dalla più tenera età, ma lui, di tutta risposta, si appassiona all’ heavy metal ed ai videogame , spendendo un piccolo patrimonio in sala giochi, quando queste due parole erano ancora slegate dalle slot machine.

Dopo aver mosso i primi passi su Sega Master System II con Alex Kidd, il Super Mario con le orecchie a sventola, si innamora dei platform, degli action/adventure e degli RPG, con particolare attenzione alla saga di Final Fantasy.

Inguaribile sognatore con le radici saldamente ancorate nel passato, scopre la sua passione per la scrittura quasi per caso, in uno dei tanti pomeriggi passati tra i corridoi della Facoltà di Giurisprudenza di Napoli, dove si laureerà giusto qualche anno dopo, con una tesi in Diritto d’Autore basata sull’opera multimediale.

Dopo aver scritto di attualità e musica su Lacooltura.it , Road TV Italia e Federico TV , approda sui lidi di Player.it , in cui comincia sin da subito ad apprendere e fare domande, guadagnandosi rapidamente il titolo di “ redattore rompiscatole del mese ”. Nonostante sia legatissimo alla grande famiglia di Player, non sono rare alcune sue incursioni su portali come Gameplay Café e Spazio Rock .

Musica, videogame, concerti, boardgame, modellismo, fumetti, cinema e serie tv: tanti hobby diversi tra loro, ma collegati da un fil rouge che li unisce tutti: il divertimento . È proprio questo che cerca in un videogame, è proprio questo sentimento che muove le sue dita, ed è sempre il divertimento la sensazione che cerca di infondere nei suoi articoli.

Al di fuori del mondo del gaming, indossa giacca e cravatta per mimetizzarsi nel mondo degli avvocati, esercitando la professione forense, con lo scopo di conoscere a fondo le “ regole del gioco ”, nonché di minacciare di far causa a chiunque al minimo pretesto.

Questy Quest – Trucchi e consigli

Vostok Inc titlescreen

Recensione Vostok Inc