HOME » guide

Animal Crossing: New Horizons | Come costruire il Museo

costruire il museo in animal crossing: new horizons

Uno degli edifici più interessanti da costruire sulla propria isola in Animal Crossing: New Horizons è il Museo. Per poterne avere uno, è necessario avere il simpatico gufo Blatero tra i propri residenti.

Una volta arrivato sull’isola, si può iniziare a decidere dove mettere il museo, costruirlo e potenziarlo. In questa guida, vediamo tutti gli step da seguire per avere un bellissimo Museo da visitare sull’isola.

A cosa serve il Museo

Il Museo in Animal Crossing: New Horizons ha un’importanza attrattiva, infatti qui è possibile depositare i fossili e tutto ciò che di particolare riusciremo a trovare di giorno in giorno.

Il Museo quindi può essere visitato da noi e dai nostri amici e ci permetterà di avere utili informazioni su ogni singolo oggetto esposto. Infatti, il gufo Blatero ce le fornirà con dovizia di particolari e più donazioni faremo, più sarà ricca la storia del nostro Museo.

Come sbloccare il Museo

Passo 1 | Dare fossili o 5 pesci/insetti a Tom Nook

Durante il primo giorno sull’isola, Tom Nook ti fornirà i progetti per costruire la rete e la canna da pesca. Dopo averli realizzati entrambi per la prima volta, ti dirà che gli piacerebbe “vedere tutto quello che riesci a catturare“. 

Esci dunque a pescare e porta cinque pesci -ma si può fare la stessa cosa con gli insetti – a Tom Nook il prima possibile. Quando tornerai da lui, ci sarà una nuova opzione di dialogo: “Ho trovato una creatura!”. Scegli questa e dagliene cinque. 

Nook riceverà quindi una chiamata dal nostro vecchio amico Blatero.

Passo 2 | Decidere dove piazzare la tenda di Blatero

Una volta arrivato sull’isola, Blatero ti dirà di voler costruire un Museo, entusiasta di scoprire quale fauna e quali fossili sono presenti nel posto. Prima, però, devi trovare un posto dove posizionare la sua tenda, proprio come hai fatto con la tua tenda o con quelle che poi sono diventate gli altri edifici, come ad esempio Servizi per i Residenti.

Ma attenzione, ovunque tu decida di montare la tenda di Blatero alla fine sarà la posizione del museo stesso, quindi scegli con cura. 

Dovrai aspettare fino al giorno successivo affinché Blatero si accasi nella sua tenda, ma quando lo fa, assicurati di andare a parlargli immediatamente. 

Passo 3 | Fare donazioni a Blatero

Al fine di aprire un museo adeguato, e non solo una tenda, Blatero ha bisogno di aiuto per raccogliere più voci da esporre. Dovrai fornirgli altri 15 reperti – stiamo parlando di pesci, insetti e fossili – per ottenere il permesso di aprire il museo a tutti gli effetti. 

Per aiutarti, Blatero ti fornirà le ricette per l’asta che permette di guadare i fiumi in modo da sbloccare più porzioni di isola, e la pala per scavare e trovare i fossili.

Una volta che avrai fornito a Blatero abbastanza reperti, otterrà il permesso per costruire l’edificio vero e proprio.

Passo 4 | Aspettare la costruzione del Museo

La costruzione del Museo non è immediata, bisogna aspettare alcuni giorni reali prima di vedere i frutti del proprio lavoro.

Se nel frattempo hai trovato altri fossili, altri insetti o altri pesci, puoi conservarli nella tua casa per poi donarli al Museo quando sarà terminato.

Questo è ciò che dovete sapere per costruire il Museo. Vi invitiamo a leggere anche la guida per costruire il Nook’s Cranny.


Non perderti le nostre guide!

Scopri tutte le guide di Animal Crossing: New Horizons, clicca il bottone qui sotto!

Articolo a cura di Michele Longobardi

Laureato in Lettere moderne, scopro la passione per il giornalismo quasi per caso. I videogiochi sono il mio più grande amore e così decido di coniugare le due cose. Il giornalismo videoludico diventa la mia forma finale.

Per me i videogiochi sono una forma d'arte e guai a dirmi il contrario.

Appassionato di tutto ciò da cui sgorga sangue: cinema horror (registi preferiti Argento e Romero), letteratura gialla e dell'orrore (autori preferiti Christie, Poe e Lovecraft) e ovviamente i videogiochi del genere (Silent Hill e Resident Evil sopra ogni cosa).

Il mio videogioco preferito di sempre è Fahrenheit che ho finito un numero non precisato di volte, da lì scaturisce la mia ammirazione per tutti i lavori di David Cage.

La mia "carriera" videoludica è segnata da un marchio da cui non sono mai riuscito a staccarmi: PlayStation! In circa 20 anni di gaming, ho completato più di 600 titoli.

final fantasy vii remake

Square Enix ha spedito in anticipo le copie di Final Fantasy 7 Remake contro la pandemia

Monument Valley II: piccolo tesoro mobile gratis | recensione