Recensione – Ticket to Mars

Recensione di Ticket to Mars
Oggi vi parleremo di Ticket to Mars, un gioco da tavolo per famiglie da 2 a 5 giocatori che abbiamo potuto provare al Lucca Comics&Games di quest'anno.

Oggi vi parleremo di Ticket to Mars, un simpatico gioco da tavolo per famiglie da 2 a 5 giocatori che abbiamo potuto provare al Lucca Comics&Games di quest’anno.

È prodotto dalla GDM, un’azienda che è nata per soddisfare la necessità di molti autori spagnoli di trovare un editore che li aiuti con l’edizione e la distribuzione mondiale dei loro progetti.

Contenuto della scatola

Ticket to Mars
Le bustine di plastica sono davvero un tocco di classe.

La confezione è molto carina, in particolare i disegni in stile cartoonesco e i colori utilizzati, molto accesi, fanno subito intendere che questo è un gioco adatto a tutti. Anche l’interno sorprende, non per la grafica ma per il suo ordine, infatti sono presenti due bustine per contenere le carte e non farle disperdere nella scatola, una cosa che i giocatori più attenti apprezzano molto.

Nella scatola troveremo:

  • 5 Manuali di gioco, in italiano, inglese, francese, tedesco e in spagnolo
  • 1 Tabellone di gioco
  • 5 Segnapunti
  • 1 Segnatempo
  • 30 Tessere Equipaggio
  • 18 Carte Obbiettivo
  • 25 Carte Azione

La fine del mondo non era nel 2012?

Per essere destinato ad un pubblico giovane Ticket to Mars ha una trama alquanto apocalittica, infatti l’obbiettivo del gioco è riuscire ad accaparrarci un biglietto per andarcene dal nostro pianeta Terra, in procinto di esplodere, e raggiungere il tanto agognato pianeta rosso, Marte.

Per riuscirci ogni giocatore deve riuscire a completare più obbiettivi possibile, spostando e assegnando i posti ai passeggeri prescelti dalla propria mega-corporazione sui 5 razzi disponibili prima che il countdown arrivi a 0.

Top Secret

Nel gioco le carte Obbiettivo sono quelle che ci permetteranno di avvicinarci sempre di più all’ambito biglietto. Infatti posizionando i passeggeri come descritto sulle carte otterremo dei punti che ci faranno avanzare sul tabellone, fino ad ottenerne 30 e quindi un posto per il diretto per Marte, cioè la vittoria.

Ticket to Mars
Ecco i tre obbiettivi Top Secret che dovremo completare.

Ogni giocatore dovrà pescare una carta per ognuno dei tre tipi, ognuno dei quali mostra una differente combinazione per posizionare gli occupanti, e si otterranno punti in base alla difficoltà dell’obbiettivo.

I tipi sono i seguenti:

  • Coppia: Si ottengono punti se in uno stesso razzo viene inserita la coppia di personaggi mostrati sulla carta.
  • Riempimento: Con queste si vincono punti per ogni razzo riempito con il numero preciso di occupanti mostrato. A volte è anche necessario che ci siano più adulti che giovani o viceversa.
  • Personaggio: Per ogni personaggio, mostrato sulla carta, che è presente sui razzi si vincono dei punti.

Bisogna anche notare che nel pescare le carte Obbiettivo c’è bisogno anche di un po’ di fortuna, perché alcuni obbiettivi sono più facili da completare se accostati ad altri. Ma comunque un bravo giocatore può sempre riuscire a fare un buon punteggio in ogni situazione.

Ticket to Mars
Una mano decisamente fortunata.

Iniziamo il conto alla rovescia

Le carte Azione rappresentano il fulcro del gioco, ogni giocatore ne avrà 5 a disposizione e a turno potranno giocarne una e poi scartarla. Queste carte permettono di far salire, scendere e spostare i passeggeri dei razzi, in modo da completare gli obbiettivi posseduti.

Inoltre c’è una carta chiamata Conto alla Rovescia, la quale fa ripescare le carte Azione scartate e fa anche avanzare la pedina segnatempo sul tabellone, una volta che questa raggiunge lo 0 i giocatori dovranno scoprire i propri obbiettivi e assegnare i punti.

Ticket to Mars
La carta Conto alla Rovescia in azione.

Questa carta in particolare se usata con criterio e con il giusto tempismo può essere decisiva e anche determinare la vittoria.

Conclusioni

Ticket to Mars è un gioco che risulta essere adatto ai giovani e ai neofiti che iniziano ad avvicinarsi ai giochi da tavolo, dato che si basa su poche regole, una meccanica molto semplice e un manuale molto sintetico. Tuttavia è anche divertente per i più esperti, che vogliono passare una serata tra amici con un gioco non impegnativo, infatti dietro a tanta semplicità si nasconde una bella dose di strategia gestionale e il tempo di gioco previsto di 15 minuti è molto realistico.

In più la grafica generale è molto simpatica e soprattutto curata, inoltre, come detto in precedenza, le bustine di plastica per contenere le carte sono estremamente comode e abbastanza resistenti.

L’unico appunto che va fatto è che il manuale andrebbe un po’ rivisto perché a volte può essere poco esplicativo, soprattutto nelle prime partite. Ma comunque utilizzando un po’ di logica si riescono a colmare le lagune e se proprio non ci si riesce è sempre possibile contattare la Doppio Gioco su Facebook per chiarimenti.

Ticket to Mars
I carlini sono pronti a colonizzare Marte.

Infine cogliamo l’occasione per ringraziare la Doppio Gioco che distribuisce Ticket to Mars qui in Italia e che ci ha fatto conoscere anche Noxford.

Grazie per averci fatto arrivare su Marte in maniera molto divertente.

Se siete interessati ad altri giochi da tavolo divertenti date un’occhiata anche a Ban-Dito, il gioco delle sfide senza pollici.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Federico Peres

Nato nel 1994 è giocatore assiduo di videogames di ogni genere e un amante di giochi da tavolo di tutti i tipi, con i dadi, le carte, le miniature e chi più ne ha più ne metta.

pubg controller xbox one tastiera e differenze guida

PUBG Xbox One – Guida ai controlli e differenze con la versione PC

Fantasy War Tactics-R, arriva l’aggiornamento Paradiso Sconosciuto