I migranti ora hanno un App | Tramite questo servizio sapranno tutto sul paese di destinazione

    app dei migranti

    Il tema migranti è sempre molto serio in ogni paese, ma da oggi la loro vita sarà nettamente più facile grazie a questa invenzione!

    Una delle tematiche e problematiche mondiali che più tiene impegnata la politica internazionale è sicuramente quella dei migranti, o meglio della loro corretta integrazione nel paese d’arrivo di queste persone che scappano dai loro paesi in difficoltà per cercare fortuna e salvezza. Una tematica che si è fatta ancora più insistente dopo i terribili fatti della guerra in Ucraina.

    Milioni e milioni di persone sono fuggite dall’Ucraina e dai territori limitrofi per abbandonare il proprio paese bersagliato dai bombardamenti e dagli attacchi da parte della Russia e molte di queste sono anche arrivate qui da noi in Italia dove è stato avviato un nuovo programma di integrazione per queste persone. L’inserimento dei migranti nel nostro Paese è diventato ormai uno dei compiti politici più importanti per tutti i governi che si sono susseguiti nel corso degli anni, purtroppo non sempre con il giusto successo.

    La tecnologia dove non arriva l’essere umano

    Sono stati oltre 100mila i migranti sbarcati in Italia nel corso del 2022. Secondo i dati aggiornati diffusi dal Viminale, dal 1° gennaio al 30 dicembre dello scorso anno sono arrivate nel nostro Paese 104.061 persone, contro le 67.034 del 2021 e le 34mila del 2020. Un aumento davvero vertiginoso di persone che purtroppo non sempre la politica del nostro paese riesce a gestire nel migliore dei modi e in tempi piuttosto brevi per riuscire ad accogliere davvero tutti.

    L’aumento, come detto, è dovuto soprattutto al conflitto russo-ucraino che ha portato ai confini della nostra nazione numerosissime persone che sono state accolte nelle possibilità delle varie regioni italiane con centri d’accoglienza, comunità di recupero, rifugi e adozioni. Le persone da sole però non riescono a gestire questo grandissimo numero destinato a salire anche nel 2023 ed è qui che entra in gioco la tecnologia, l’aiuto che da decenni ha svoltato tutte le nostre vite.

    Che cos’è Mygrants: l’applicazione che svolta la vita dei migranti

    La soluzione si chiama Mygrants ed è una web app che è stata ideata nel 2016, ma che proprio in questo periodo potrebbe diventare fondamentale per tutte le persone che arrivano in Italia da altri paesi. L’applicazione è stata ideata da Chris Richmond N’zi e Aisha Coulibaly, giovani imprenditori anche loro emigrati in Italia e che hanno messo a disposizione la loro mente e le loro fatiche per tutte quelle persone che come loro cercano rifiugio nel nostro paese (o in altri paesi del mondo).

    Il sito web funziona tramite microlearning e fornisce ai migranti e le persone che accedono al servizio di ottenere informazioni importanti sul paese nel quale sono approdati, ma anche formazione e possibilità lavorative per inserirsi al meglio nella società d’arrivo. Il sito, inoltre, permette anche di apprendere conoscenze linguistiche e culturali, oltre che lavorative. Per far fronte alla guerra russo-ucraina e quindi ai numerosi rifugiati dall’Ucraina, i contenuti dell’app si sono aggiornati e adesso è possibile leggerli anche in lingua ucraina.