Tetris Effect è il nuovo videogioco di Tetsuya Mizuguchi, creatore di Lumines e Rez. Tetris non ha bisogno di presentazioni e in un’industria videoludica che si sta riscoprendo nostalgica, non poteva mancare una sua versione moderna. Pochi si sarebbero aspettati un Tetris Remastered e, infatti, la versione Effect del videogioco nato nel 1984 dalla mente del programmatore russo Pažitnov è una sorta di chiave di lettura diversa che si vuole dare al puzzle game per eccellenza.

Abbiamo provato la weekend trial demo di Tetris Effect rimanendo affascinati dall’aura mistica che Mizuguchi è riuscito a dare a un titolo incredibile nella sua semplicità strutturale. Un omaggio che non si ferma alla rivisitazione, ma che ne amplia gli orizzonti, in tutti i sensi come vedremo in questa anteprima.

Del gioco sarà disponibile una versione che supporta la realtà virtuale. Noi abbiamo provato la versione in 2D.

menu iniziale di tetris effect
Il menu della modalità Journey.

 

L’Effetto Tetris colpisce PS4

Tetris Effect sarà disponibile in esclusiva su PS4 dal 9 novembre. Molti si sono domandati del perché di questo titolo. È presto detto: deriva proprio dal concetto di Effetto Tetris, un fenomeno psicologico che si presenta quando si è immersi totalmente nella stessa attività per ore o per giorni. Questa andrà a influire su tutti gli altri aspetti della vita quotidiana, anche i più banali. È stato osservato proprio in relazione a Tetris, infatti, molti giocatori accaniti sono portati a ragionare su come impilare oggetti della propria stanza o alimenti sugli scaffali del supermercato come se fossero blocchi di Tetris.

Questo dipende dalla ripetitività visuale che ha sempre contraddistinto il re dei puzzle game. In Tetris Effect questo fattore non cambia, anzi, viene portato a un livello superiore.

Tetris Effect: come si gioca

Può sembrare banale affrontare il gameplay di questo gioco, ma non è così perché Resonair, il team di sviluppo, non si è limitato al compitino. Una volta avviata la demo, si viene accolti da uno scenario “galattico” tanto che si potrebbe pensare di aver scaricato in realtà la demo di un Mass Effect. Le modalità di gioco principali sono due: Journey ed Effect. Le meccaniche non variano più di tanto scegliendo l’una o l’altra, ma nel primo caso andremo ad affrontare una specie di modalità storia, la campagna; nel secondo caso, invece, avremo a che fare con una già nutrita community intenta a sfidarsi a colpi di tetramini.

menu della modalità effect
Il menu della modalità Effect.

 

Un viaggio in sella a un tetramino

La modalità Journey ci inoltra in varie aree che rappresentano i livelli di gioco. Questi sono mostrati come stelle di una costellazione. Selezionato il primo livello, The Deep, la festa di colori comincia. Eh sì, perché il monocromatismo dell’originale lascia il posto a luci psichedeliche, a immagini sullo sfondo molto evocative, figure geometriche e concentriche che danzano alle spalle della consueta griglia su cui piovono i tetramini. Il sound è fantastico, accompagnandoci con musiche ambient in taluni casi, con ritmi vertiginosi e inaspettati in tra l’altri.

Ogni livello ha una propria ambientazione: saremo intenti a impilare tetramini infuocati, a immergerci in acque piene di pesci o a esplorare nuove galassie, non mancheranno visioni di stampo mistico. In ogni caso, la musica farà il suo lavoro con tonalità coerenti con ciò che apparirà su schermo.

tetris effect screen del gioco
La struttura di gioco è rimasta inalterata.

 

I comandi di gioco

Tutto molto bello e interessante, ma come si gioca sul piano pratico? Partiamo dicendo che si possono selezionare tre livelli di difficoltà: Principiante per i giocatori arrugginiti, Normale per chi ha ancora ha memoria delle giornate passate in compagnia di Tetris e Esperto per chi non ha mai dimenticato come si gioca e riuscirebbe a completare i livelli a occhi chiusi.

C’è la classica griglia all’interno della quale cadono tetramini dalle svariate forme geometriche. Il nostro compito è incastrarle tra di loro formando delle linee complete. Ogni linea completa farà sparire i blocchi con cui abbiamo completato la linea, dandoci molti punti. Ciascun livello ha un quantitativo di linee da completare, una volta raggiunto si passa al livello successivo. Se la struttura da noi costruita dovesse toccare il bordo alto della griglia, sarebbe game over.

Con i tasti destra e sinistra del d-pad si muovono i blocchi, con il tasto su si lascia cadere il tetramino di botto, mentre con il tasto giù si effettua la caduta lenta. I tetramini possono essere ruotati per consentirci di riempire gli spazi vuoti: con O si ruota in senso orario, con X invece si ruota in senso antiorario. È possibile anche spostare il tetramino nella sezione “in attesa” per concentrarci su quello successivo perché in quel momento ci serve una figura geometrica diversa. Questo passaggio può essere effettuato con L1 o R1. In basso a sinistra è presente un indicatore denominato Zona. Se questo si riempie (facendo combo di linee completate), possiamo far esplodere gli altri blocchi sulla griglia.

tetris effect ha diversi scenari per ogni livello
Ogni livello ha un diverso scenario.

 

Effetto community

La seconda modalità, Effect, ci permette invece di confrontare i nostri risultati con quelli di altri giocatori in tutto il mondo. Possiamo accedere alle classifiche dei livelli più giocati e, navigando su un mappamondo virtuale, giocare i livelli raggruppati in base al paese selezionato.

I raggruppamenti avranno stili grafici e musiche molto diversi tra di loro. Il gioco, infatti, ci consiglia di giocare ai livelli che maggiormente si avvicinano al nostro umore attuale. È possibile, dunque, intraprendere una maratona sprint o in modalità relax, giocare con playlist Vento o playlist Mare. Ci sono anche livelli più avanzati, da sbloccare, con regole diverse dal solito: countdown, combo, bersaglio.

tetris effect è una versione moderna del vecchio Tetris
Atmosfera inaspettata per Tetris.

 

Conclusioni su questa anteprima

Possiamo ritenerci soddisfatti del lavoro di restyle svolto da Resonair. Tetris è tornato e lo ha fatto con stile. Da quello che abbiamo visto nella demo, il gioco mantiene inalterata la sua struttura, il suo target che è praticamente universale, ma li infonde di linfa vitale nuova.

Se Tetris poteva creare assuefazione, Tetris Effect non sarà da meno grazie a colori in movimento, quasi ipnotici, disegni rilassanti e musiche che non si smetterebbe mai di ascoltare.

5/5 (3)

Quanto lo hai trovato utile/interessante? Faccelo sapere con un voto!