Ecco il trailer di Persona 5 Scramble: The Phantom Strikers


Come già suggerito dai numerosi rumors e perfino da un countdown sul sito ufficiale di Persona 5, oggi è stato mostrato il primo trailer del nuovo spin-off del quinto fortunato capitolo della saga J-RPG di Atlus, ovvero Persona 5 Scramble: The Phantom Strikers. 

Il titolo verrà sviluppato da Atlus e da Omega Force, lo stesso team di Koei Tecmo risponsabili per la saga di Dinasty Warriors, Fire Emblem Warriors e Hyrule WarriorsPersona 5 Scramble: The Phantom Strikers sarà quindi un musou vero e proprio, ma verrà anche arricchito dagli elementi tipici della saga, come le debolezze elementali, i Persona e molto altro.

C’è anche la possibilità che Scramble possa essere il trait d’union a livello di trama tra Persona 5 e Persona 5 The Royale, oppure potrà raccontare una storia completamente diversa e slegata dalle altre iterazione del brand.

Persona 5 Scramble: The Phantom Strikers sarà disponibile per PS4 e Nintendo Switch, ma non è ancora stata rivelata una data di uscita. Continuate a seguirci per maggiori informazioni.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Riccardo Liberati

Classe 1997, cresciuto immerso dai libri, cartoni e videogiochi, ho sempre desiderato e provato fin dalla tenera età a creare storie fantasiose che rendessero un po' più brillante la mia vita monotona.

Ho trascorso l'infanzia in solitaria, giocando a quanti più titoli possibili, spaziando dai vecchi J-RPG di Square Enix fino ai più violenti sparatutto su PC, non disdegnando nel frattempo RTS, platform e giochi di corse automobilistiche.

Alle superiori riesco finalmente ad aprirmi e a trovare dei compagni con i miei stessi gusti e sogni, e capisco che non amo tanto i videogiochi, quanto la cultura ed i messaggi dietro di essi, gli stessi che ho sempre trovato nei libri, film e qualsiasi altro tipo di medium artistico.

Inizio a lottare per questo concetto scrivendo all'impazzata ed accrescendo la mia cultura ancor di più, sia attraverso la scuola che attraverso gli incontri e le persone d'ogni giorno. Questo bel sogno finisce con l'arrivo all'università, periodo peggio di qualsiasi film horror che abbia mai visto e che mi costringe a mollare tutto e rifugiarmi nella mia Fortezza della Solitudine per tre anni, perdendo interesse e linfa vitale per qualsiasi cosa.

Nel frattempo ho lavorato in numerosi settori, dall'aiuto vendita al libraio al tutor privato, e nel 2018 inizio a scrivere per Player.it, il mio primo incarico ufficiale come giornalista videoludico e che mi ha formato moltissimo sia nell'ambito dei videogiochi che in quello della scrittura basilare.

Oggi ho ripreso a studiare grazie alla scelta repentina ed irrazionale di iscrivermi alla Scuola Holden di Torino, luogo da cui vi scrivo, abbandonando casa per la prima volta ed il luogo natale di ogni mio piccolo successo e grande fallimento. La mia speranza? Quella di poter riuscire a trovare una strada ben delineata, facendo quello che mi piace fare senza dovermi sottomettere a nessuno

Creare Mappe cittadine per GDR Fantasy | Medieval Fantasy City Generator

Imperator: Rome – Recensione (PC)