Virtuaverse, l’avventura grafica Cyberpunk ha il suo trailer


Se leggete le nostre pagine con tutta probabilità sarete appassionati di quella corrente letteraria e artistica conosciuta come “Cyberpunk” , la fusione proibita tra l’attitudine punk della lotta sociale e il mondo dell’informatica con annessi e connessi.

Se già sguazzate all’interno del tecnologico mondo del cyberpunk da una buona quantità di tempo allora avrete sicuramente sentito parlare di titoli noti come Cyberpunk 2077 o avrete letto il nostro listone di videogiochi con tale ambientazione.

Dati questi presupposti vi consigliamo di dare un’ occhiata al trailer di Virtuaverse, una nuova avventura grafica immersa nelle tematiche e nell’estetica definita negli anni dai romanzi di Gibson e da certa fantascienza che, udite udite, viene direttamente dalla nostra penisola.

Virtuaverse è un’ avventura grafica con uscita prevista entro la fine del 2019 che tenta di mescolare il mondo delle avventure story driven con tutto il filone artistico relativo al mondo Cyberpunk.

Ad occuparsi della realizzazione del titolo è una piccola software house indipendente italiana chiamata Theta Division.

Attraverso la pagina Facebook dedicata al titolo abbiamo scoperto che la pixel art che possiamo vedere nel trailer è stata assemblata da Valenberg, responsabile anche delle animazioni; il comparto musicale e la narrativa del titolo stanno venendo curate da MASTER BOOT RECORD e ELDER0010 si sta occupando del Coding e dell’hacking relativo al titolo.

 

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Graziano Salini

Essere umano dotato di infinito nozionismo su cose di dubbia utilità, interagisce con il mondo dei videogiochi da quando ritiene di avere coscienza di sé. I punti forti del suo curriculum sono le oltre seimila ore passate sui moba, gli infiniti titoli conosciuti (e giocati) esplorando i meandri più reconditi della rete e l'indubbia capacità nel "flammare" con gentilezza il giocatore che ha davanti nella sua lingua natia.

Dopo aver preso coscienza dell'esorbitante numero di ore passate su giochi in grado di danneggiare gli organi interni, il tizio raffigurato in foto ha deciso di comprarsi un computer normale e di tenersi aggiornato con le console dando frutto a lunghe sessioni di blasfemie e coccole davanti all'action adventure o al gioco di ruolo di turno, impazzendo davanti a enigmi dalle soluzioni lapalissiane o superando con scioltezza nemici dalla difficoltà aberrante.

Nemico pubblico della punteggiatura e del bel scrivere, può vantare un lessico forbito da completo autistico derivato dai quintali di fumetti Disney letti in tenera età. Al momento sta aspirando alla santità aiutando tutto e tutti in missioni dalla dubbia utilità; aggiorna costantemente i suoi amici facebook sulla musica che ascolta (bella sopra ogni buon senso) e sui giochi che conclude, giusto per dare un senso ad account vecchi lustri.

il voto di one piece: world seeker

One Piece: World Seeker | Recensione (PS4)

Screenshot dal trailer d'annuncio di Solar Ash Kingdom, il nuovo gioco dai creatori di Hyper Light Drifter

Annunciato Solar Ash Kingdom, il nuovo gioco dei creatori di Hyper Light Drifter