Recensione: Logitech G910 Orion Spectrum

Recensione: Logitech G910 Orion Spectrum
Logitech propone la sua linea dedicata al gaming ed in particolar modo oggi vi illustreremo la G910 Orion Spectrum, tastiera meccanica full layout pensata appositamente per lunghe sessioni di gioco.


Quando si parla di PC gaming la prima cosa a cui si pensa sono (oltre al PC ovviamente) le periferiche performanti che riducono al minimo il ritardo tra i nostri input e le azioni in gioco, specialmente se si tratta di titoli online competitivi come DOTA 2 o LoL. Logitech propone la sua linea dedicata al gaming ed in particolar modo oggi vi illustreremo la G910 Orion Spectrum, tastiera meccanica full layout pensata appositamente per lunghe sessioni di gioco.

Packaging ed Estetica

Logitech G910 Orion Spectrum
Contenuto della scatola.

Come per il mouse Logitech G403 Prodigy, la scatola è davvero essenziale, con al suo interno la tastiera avvolta nella plastica antistatica, un foglietto sulla sicurezza ed uno di istruzioni.

Una volta tirata fuori la prima cosa che noteremo subito il non indifferente peso della G910 (ben 1,5 kg!). La tastiera è full layout e con i suoi  50 cm di larghezza per 21 d’altezza occuperà non poco spazio sulla vostra scrivania. Il cavo USB di cui è dotata è lungo in 1,8 metri, soprende il fatto che non sia rivestito in tela anti attorcigliamento ma in palstica.  In linea con i materiali utilizzati dal G403 anche la G910 è completamente in plastica alternando parti lucide e lisce a parti opache e più ruvide.

Anche in questo caso, nonostante ci si trovi tra le mani un prodotto totalmente in plastica, si rivela capace di resistere alle intemperie e ai peggiori rage quit durante le nostre sessioni di gioco. Inoltre, anche qui l’illuminazione RGB colpisce l’occhio con una scelta di 16,8 milioni di colori personalizzabili grazie ai tantissimi profili presenti nel software. In seguito ad alcune lamentele, i tasti della G910 non sono più sfaccettati come altri esemplari di questo modello ma cilindrici mantenendo la stampa a grip sui tasti G personalizzabili, WASD e frecce direzionali. Sotto la G910 dei gommini, applicati anche sui due piedini estraibili , tengono ben ancorata la tastiera alla nostra scrivania.

Caratteristiche tecniche

La G910 è una tastiera meccanica che unisce l’efficienza di questa categoria ad un sound simile a quella a membrana grazie alla tecnologia Romer G: esclusivi switch Logitech con punto di azionamento a 1,5mm che equivale ad una pressione minima dei tasti (45 grammi) per una risposta istantanea con conseguente riduzione di affaticamento delle dita nei lunghi periodi.

Al margine sinistro e sopra i primi quattro tasti F sono posizionati 9 tasti G: speciali tasti Logitech completamente programmabili tramite l’apposito software, fino a 27 comandi possono essere assegnati contemporaneamente grazie ai tre profili di impostazione accessibili con i tasti M1, M2, M3 posti sempre in alto a sinistra della tastiera.

Dal lato opposto della G910 ci sono i tasti multimediali, con la quale potremo regolare il volume con l’apposita rotella integrata, silenziare o andare avanti con i nostri brani preferiti.

Per un totale di 113 tasti, questa tastiera Logitech sfrutta appieno la tecnologia anti ghosting che ci permetterà di premere più tasti contemporaneamente senza la paura di perdere il minimo comando in gioco.

Logitech Gaming Software

Anche in questo caso ci sarà utile scaricare l’apposito software per interfacciarci al meglio con le funzionalità di questa tastiera. Una volta installato, il software riconoscerà la nostra periferica e i giochi installati sul nostro PC fornendoci dei primi profili da poter impostare sui tasti G. Altra funzione davvero interessante è la modalità gioco attivabile con un pulsante in alto, attraverso la quale potremo scegliere quali tasti escludere dalla nostra tastiera mentre stiamo giocando, al fine di evitare incidenti (tasto windows o altre combinazioni che possono chiudere il gioco) durante le partite.

L’illuminazione RGB (che potremo sincronizzare al mouse o altre periferiche Logitech) è sicuramente la funzione più completa che possiamo trovare nel software, un’infinità di stili tra cui scegliere raggruppati in 5 categorie:

  • Freestyle, con la quale potremo personalizzare il colore di ogni singolo tasto.
  • Zone, per raggruppare l’illuminazione in aree di colore diverso.
  • Comandi, a seconda del gioco utilizzato potremo illuminare i tasti necessari per quello determinato titolo.
  • Effetti, tantissimi effetti di illuminazione personalizzati.
  • I tuoi effetti, oltre ad alcuni effetti già impostati è possibile tramite l’apposito editor creare i propri effetti di illuminazione.

Oltre al software potremo scaricare gratuitamente Arx Control, l’app per smartphone grazie alla quale potremo accedere a tutte le impostazioni e tenere sempre sotto controllo le prestazioni del nostro PC. Grazie all’Arx Dock estraibile potremo utilizzare il nostro telefono come secondo schermo ed accedere alle funzioni secondarie di alcuni titoli come Fallout 4 o The Division.

Prestazioni

La risposta dei tasti è immediata, si ha la sensazione di mandare comandi semplicemente appoggiandoci le dita sopra 1de la loro forma corretta lascia viaggiare le dita liberamente senza “scontrarsi” col dorso dei tasti posti di lato o sopra quello che stiamo premendo. I tasti G tornano davvero comodi se volete assegnare macro o comandi solitamente meno raggiungibili, soprattutto in MOBA o MMO dove la quantità di tasti è sicuramente alta.

[amazon_link asins=’B01G7AWZEA’ template=’Carosello_prodotti’ store=’frezzanet04-21′ marketplace=’IT’ link_id=’348d9454-15a9-11e8-9a6d-b3502e71fdf5′]

Il feedback attutito di questa tastiera consente di non infastidire i nostri compagni di squadra o chi ci sta attorno col classico “Taka Taka” delle tastiere meccaniche. L’uso di profili selezionabili sulla tastiera permette di cambiare setting al volo quando si passa da un gioco a un altro senza dover per forza passare per il software.

Considerazioni finali

La G910 si presenta come una tastiera da battaglia, solida e performante. L’aspetto plasticoso ed il peso apparentemente eccessivo cedono il posto ad una praticità ed un efficienza degna del prezzo proposto. Adatta sia per il gaming che per scrivere, questa tastiera convincerà sicuramente chi nutriva ancora qualche dubbio sull’acquisto di una tastiera meccanica ritenendole troppo rumorose.

Il poggia polsi incluso è sempre in plastica, ma offre comunque la comodità necessaria a non contrarre tendiniti o tunnel carpali. Come il G403 i materiali sono piacevoli al tatto ed offrono prestazioni elevate soprattutto nelle zone focali del gaming. Unici difetti sono la basetta estraibile per il telefono che balla una volta estratta, il cavo USB non sleeved e la mancanza di una versione con layout italiano. In conclusione se volete approcciarvi in modo professionale al mondo del gaming competitivo o più semplicemente volete investire su un hardware duraturo e di qualità, Logitech G910 Orion Spectrum è sicuramente un ottimo primo passo.

Voto: 9,0

 

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Diego Del Buono

Classe 1992 Studente di lingue cresciuto a pane e videogames, dalla Super Nintendo a tutta gamma Playstation. Nel 2007, scoperto l'online gaming con World of Warcraft, il suo interesse per il mercato videoludico è cresciuto a dismisura. Il suo sogno è di trasformare la sua passione per i videogames in un lavoro.

Proprio parlando di WoW, spesso lo troverete su Twitch con il suo canale Ilvecchiojameson.

Blizzard annuncia il Warcraft III Invitational

Blizzard annuncia il Warcraft III Invitational

Il Presidente Trump contro film e videogiochi

Il Presidente Trump contro film e videogiochi