Cinque videogiochi ambientati nella Londra vittoriana

videogiochi ambientati nella Londra vittoriana, Londra vittoriana, The Order: 1886, Dracula II: L'Ultimo Santuario, Sherlock Holmes: The Devil's Daughter, Assassin's Creed: Syndicate, Nightmare Creatures

Sospesa fra la luce del progresso positivista e le ombre delle sue contraddizioni sociali, la Londra vittoriana è senza dubbio uno degli scenari più amati dai creativi degli ultimi duecento anni: dalla letteratura di Arthur Conan Doyle al cinema di David Lynch per arrivare alla graphic novel From Hell di Alan Moore, le opere ambientate in questo periodo sono davvero infinite.

Neanche il videogioco ha resistito al suo fascino: lunghissima è la lista dei titoli ambientati fra le fangose strade della capitale britannica, e noi abbiamo scelto cinque giochi che a loro modo l’hanno celebrata attraverso generi come horror, action steampunk e investigativo.

Ecco quindi cinque indimenticabili giochi ambientati nella Londra Vittoriana.

Nightmare Creatures

videogiochi ambientati nella Londra vittoriana, Londra vittoriana, The Order: 1886, Dracula II: L'Ultimo Santuario, Sherlock Holmes: The Devil's Daughter, Assassin's Creed: Syndicate, Nightmare Creatures

Cosa c’è di meglio di un action dai contenuti deliziosamente gotici per celebrare la Londra ottocentesca?

Nightmare Creatures, uscito nel lontano 1997 per PlayStation, vedeva due iconici eroi-Ignatius e Nadia-attraversare i più importanti quartieri della capitale britannica per fermare Adam Crowley, professore pazzo a capo di una setta con l’obiettivo di sottomettere la città e il mondo intero grazie a un esercito di creature soprannaturali.

L’anno è il 1820, e il giocatore, guidando a scelta o Ignatius o Nadia, deve inoltrarsi in cimiteri infestati e lugubri strade mal illuminate per portare a termine una missione rischiosa.

Gioco che non esiteremmo a definire “antico”, Nightmare Creatures utilizzava un bel gameplay 3d per l’epoca estremamente fluido al fine di immergere i giocatori in un incubo gotico che sapeva celebrare perfettamente le atmosfere dei film della Hammer.

Sullo sfondo, un ambiente londinese gotico per l’epoca assolutamente suggestivo.

Dracula II – L’Ultimo Santuario

videogiochi ambientati nella Londra vittoriana, Londra vittoriana, The Order: 1886, Dracula II: L'Ultimo Santuario, Sherlock Holmes: The Devil's Daughter, Assassin's Creed: Syndicate, Nightmare Creatures

Secondo episodio di una pregevole serie di punta-e-clicca che sviluppava la storyline di Dracula dando un sequel apocrifo al romanzo di Bram Stoker, Dracula II-L’Ultimo Santuario ci calava nei panni di Johnathan Harker, fra i protagonisti del libro originale, in un’indagine volta a distruggere una volta per tutte il redivivo vampiro (qui un nostro speciale in merito).

Ambientato ai primi del ‘900, Dracula II permetteva al giocatore di muoversi in una Londra forse non caratterizzata pienamente (di fatto ci muovevamo solo nella periferia della città o nei suoi lugubri cimiteri), ma evocativa e d’atmosfera.

Forte di una struttura punta-e-clicca classica e di una sceneggiatura accattivante, Dracula II permetteva di provare l’ebrezza di una caccia al demone ancora una volta in un perfetto scenario gotico.

Dracula II-L’Ultimo Santuario è disponibile per PC e PS1.

Puoi acquistarlo qui.

The Order: 1886

videogiochi ambientati nella Londra vittoriana, Londra vittoriana, The Order: 1886, Dracula II: L'Ultimo Santuario, Sherlock Holmes: The Devil's Daughter, Assassin's Creed: Syndicate, Nightmare Creatures

Parliamo ancora di creature dell’ombra, ma facciamo un salto avanti di un bel po’ di anni. Nato come uno dei titoli di lancio per PS4, concepito per mostrare al mondo la potenza della console Sony, The Order: 1886 di Ready at Dawn giocava con l’immaginario steampunk creando una Londra Vittoriana splendente ed elegante, forse una delle migliori incarnazioni del setting.

Dalle tenebre delle segrete di Westminster allo splendore dei palazzi del potere, in The Order 1886 Londra era un ambiente ricreato meticolosamente e con senso estetico eccezionale, ma purtroppo quasi per nulla esplorabile, il tutto anche per favorire il colpo d’occhio. Probabilmente, una delle grandi occasioni sprecate della scorsa generazione, che ha tristemente sacrificato un setting e una lore accattivanti sull’altare di una realizzazione tecnica tanto splendente quanto limitante.

Tuttavia, se amate le atmosfere e il tema steampunk, un viaggio a Londra in compagnia di sir Galahad potrebbe fare al caso vostro.

The Order: 1886 è disponibile per PS4| Leggi la scheda tecnica

Puoi acquistarlo qui.

Sherlock Holmes di Frogwares

videogiochi ambientati nella Londra vittoriana, Londra vittoriana, The Order: 1886, Dracula II: L'Ultimo Santuario, Sherlock Holmes: The Devil's Daughter, Assassin's Creed: Syndicate, Nightmare Creatures

Nata nel lontano 2003, la serie di Sherlock Holmes curata da Frogwares (ultimamente sotto i riflettori per The Sinking City) è riconosciuta come la miglior trasposizione videoludica del detective creato da Conan Doyle nel 1887.

Originariamente concepito come punta-e-clicca, lo Sherlock Holmes di Frogwares si è poi evoluto in un coraggioso connubio fra adventure in terza persona, investigativo e gioco narrativo, esplorando con abilità il confine fra i tre generi in modo da metterci al centro di una storia viva.

Proprio per questo, le ultime avventure dello Sherlock dello studio ucraino sono anche bellissimi viaggi nelle atmosfere vittoriane, nei suoi salotti buoni, fra le strade della capitale britannica nel periodo del suo massimo splendore culturale e urbanistico.

L’ultimo episodio della serie, Sherlock Holmes: The Devil’s Daughter, è disponibile per PC, PS4, Xbox One.

Puoi acquistarlo qui.

Assassin’s Creed Syndicate

videogiochi ambientati nella Londra vittoriana, Londra vittoriana, The Order: 1886, Dracula II: L'Ultimo Santuario, Sherlock Holmes: The Devil's Daughter, Assassin's Creed: Syndicate, Nightmare Creatures

Uscito nel 2015 e definito l’ultimo Assassin’s Creed della “serie classica”, Syndicate ci porta al centro di Londra agli inizi della Londra della regina Vittoria, fra industrializzazione galoppante e atmosfere prese di peso dai romanzi di Charles Dickens.

Anzi, proprio figure come Dickens e Darwin sono assolute coprotagoniste della storia (ma c’è anche Jack lo squartatore), personaggi in cui incapperemo giocando nei panni di Evie e Jacob Frye, i due gemelli appartenenti alla Setta degli Assassini impegnati a fermare lo sfruttamento degli slum londinesi da parte dei Templari.

Giocando Evie e Jacob potremo avere un’occasione unica per visitare Londra: scaleremo le guglie delle sue chiese storiche e ci aggireremo fra i suoi mercati caotici e ricchi di piccoli ritratti di vita quotidiana, in uno scenario sontuoso ed epico.

Assassin’s Creed: Syndicate, è disponibile per PC, PS4, Xbox One | Leggi la scheda tecnica

Puoi acquistarlo qui.


Bene, questi sono i cinque titoli ai quali il sottoscritto pensa quando vuole fare un bel giro in uno dei suoi setting preferiti.

Senza dubbio ci sarebbe qualche altro titolo degno di attenzione, quindi vi chiediamo un piccolo aiuto: conoscete altri giochi con quest’ambientazione?

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore.
Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman.
Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood).
Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play.
È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

Genshin Impact | Venti: migliori build, armi ed artefatti

Stadia ci riprova: controller e chromecast gratis per Resident Evil Village