Il vasto panorama dei simulatori, ancora una volta, strizza l’occhio alle nuove generazioni con un titolo sempre più inerente alle passioni dei giovani d’oggi. Vi avevamo parlato in passato di eSports Life, titolo che simulava la carriera di un giocatore professionista di videogame, questa volta invece parliamo di chi i PC li fa, con PC Building Simulator.

Affari di famiglia

Il gioco offre una simpatica modalità carriera che unisce le meccaniche gestionali a quelle del simulatore. In questa modalità prenderemo in mano le redini del negozio di nostro zio e dovremo quindi vedercela con le commissioni dei diversi clienti che arriveranno via mail: dalle più semplici scansioni antivirus a veri e propri upgrade di PC.

Il nostro compito sarà quello di mandare a vanti la baracca bilanciando le spese tra nuovi pezzi per soddisfare i clienti e bollette da pagare. Completando gli incarichi potremo ampliare il nostro ufficio per poter lavorare su più macchine al giorno. Sicuramente un modo davvero interessante di far vedere al pubblico quali sono le “peripezie” che il nostro tecnico di fiducia deve affrontare per accontentare le nostre richieste.

PC Passo passo

Non è solo la visuale in prima persona ad offrire maggiore realismo a questo titolo ma anche la minuziosa cura nei dettagli nei passaggi da compiere per costruire il nostro PC, dalle viti da togliere al poco di pasta termica che basta installare il dissipatore, dai collegamenti elettrici alle levette per inserire le RAM.

Dalla nostra parte potremo contare su un vasto catalogo con fedeli riproduzioni di prodotti dei maggiori distributori mondiali come: Cooler Master, MSI, Corsair, NZXT, EVGA e tanti altri. Una volta montato il PC potremo avviare dei veri e propri test per vedere i risultati della nostra creazione come programmi e benchmark di tutto punto.

Un simulatore davvero utile

Come detto all’inizio il mondo dei simulatori è davvero vasto ma pochi riescono ad avere un riscontro nella vita di tutti i giorni, ecco perchè PC Building Simulator è un titolo dall’alto potenziale educativo soprattutto per i più giovani e per appassionati alle prime armi che non vogliono rischiare di combinare guai, grazie ad un sistema di tutorial ci verranno spiegate per filo e per segno tutte le funzioni di ogni singolo componente. La precisione nei passaggi e le riproduzioni fedeli di ogni singolo componente forniscono un ottimo banco di prova virtuale anche ai più esperti in cerca di upgrade.

Il gioco è ancora in early access e non supporta ancora la nostra lingua ma vanta già una serie di patch correttive che sicuramenti in futuro porteranno maggiori componenti nel catalogo e aggiornandosi con gli ultimi prodotti di tendenza del mondo hardware.

 

 

 

CONDIVIDI
Articolo precedenteDopo Spotify, anche Deezer arriva su Google Home
Prossimo articoloPubblicati nuovi trailer per Kingdom Hearts 3
Classe 1992 Studente di lingue cresciuto a pane e videogames, dalla Super Nintendo a tutta gamma Playstation. Nel 2007, scoperto l'online gaming con World of Warcraft, il suo interesse per il mercato videoludico è cresciuto a dismisura. Il suo sogno è di trasformare la sua passione per i videogames in un lavoro.