Pubblicato in: Speciali

Come guardare in ordine cronologico la prima stagione di The Witcher

La prima stagione di The Witcher si dipana su 3 linee temporali differenti in cui è importante seguire con attenzione anche il più piccolo frammento di dialogo per non perdersi nel tempo.

Consapevole di questo problema, che purtroppo affliggeva anche il mondo letterario dove lo stesso Sapkowski non ha perso troppo tempo ad approfondire l’universo narrato, Netflix ha deciso di venire incontro agli spettatori con una timeline precisa degli avvenimenti della serie.

La linea temporale che trovate in testa all’articolo propone un nuovo ordine degli episodi, rispetto a quello proposto inizialmente da Netflix, che estrapola gli avvenimenti di ogni episodio e li colloca seguendo il periodo in cui questi avvengono.

Potete vederla anche in alta risoluzione cliccando qui.

Inoltre, nel sito Witcher Netflix, potete trovare una mappa interattiva del Continente, il mondo in cui avvengono le vicende dello strigo, divisa in 4 linee temporali: Geralt, Yennefer, Ciri e il Continente stesso.

Se avete avuto difficoltà ad orientarvi nella serie, questi strumenti offerti da Netflix sono ottimi per comprendere appieno la linea temporale esatta da seguire, ma anche per approfondire alcuni eventi appena accennati in questa prima stagione come La Maledizione del Sole Nero o La Congiunzione delle Sfere.


>>Leggi anche: I punti esperienza e le pagelle dei personaggi di The Witcher, puntata per puntata<<

Simone Alvaro Segatori

Ritrovato in tenera età su una spiaggia pixelata le sue prime parole sono state "Voglio fare il pirata!" In mancanza di un vero galeone è partito all'arrembaggio del mare della rete depredando le conoscenze di ogni isola su cui è approdato: Ha scritto per Games, VGN, Adventure's Planet, Badgames, FlopTV, Cinefilia Ritrovata, Ridble e creato qualche video per la ciurma di Game Series Network. Nel mentre la taglia sulla sua testa è aumentata e dopo che l'Università di Viterbo lo ha ritenuto un pericoloso "Capitano della Comunicazione", l'Alma Mater Studiorum di Bologna lo ha classificato come "Minaccia Pirata esperta di Cinema, Televisione e Produzione Multimediale". Per circa un anno è quindi rimasto nascosto nella Cineteca di Bologna, gestendo dall'ombra l'Archivio Videoludico e organizzando anche un ritrovo piratesco conosciuto come Svilupparty. Dopo qualche tempo passato in mare tra cinema, fumetti, serie tv, libri, aspirapolvere e videogiochi, senza mai una vera casa, mette l'ancora alla fonda nella baia videoludica di Player.it, dove passa le giornate in compagnia di scimmie, balene e altri animali. Va ancora all'arrembaggio di libri e tecnologia scrivendo su MondoFox, di serie TV su Nospoiler.it e svolge ricerche su antichi manufatti per conto di Ivipro.it. Il richiamo dell'oceano però lo trascina continuamente tra le onde e anche se non sa dove lo porterà il vento quello che conta davvero è il viaggio.

Disqus Comments Loading...
Share

Recent Posts

Mega Man Zero/ZX Legacy Collection |Recensione (PS4)

Al giorno d'oggi, si sa, l'industria videoludica corre a velocità altissime, con nuovi franchise in…

Xbox Series X tra 120 fps, 12 teraflops di potenza e funzioni esclusive

La nuova console di Microsoft avrà dalla sua 12 TF di potenza, un SSD tutto…

Infliction – Extended Cut | Recensione (PS4)

Già disponibile su PC, Infliction torna con la Extended Cut, la versione pensata per le…

Indovinate: perché Kojima Productions salterà la GDC 2020?

Kojima Productions ha annunciato che salterà la games developer conference di quest'anno a causa delle…

Cd Projekt Red è diventata la più grande software house europea (dopo Ubisoft)

Negli ultimi mesi CD Projekt Red ha registrato un incremento complessivo del valore del suo…

Fallout New Vegas diventa una mappa di CoD: Black Ops 3 grazie a una mod

In giochi con una forte componente online come i Call of Duty è molto importante…