The Witcher 1×03 | I punti esperienza della puntata

The Witcher, i punti esperienza con le pagelle della terza puntata della serie Netflix


Bentornati nel nostro viaggio tra le pagelle e i punti esperienza dei personaggi della serie TV The Witcher!

Se vi siete persi la prima e la seconda puntata potete recuperarle dai link. Intanto ripercorriamo questo terzo episodio che è tratto dal racconto Lo Strigo, sempre contenuto nel Guardiano degli Innocenti, che aggiunge però il personaggio di Triss Merigold, non presente nel racconto e che viene solo nominata in entrambe le raccolte di racconti, comparendo di fatto nel primo libro regolare della saga Il Sangue Degli Elfi.

Cominciamo quindi ad assegnare i punti esperienza ai personaggi della serie come fossero quelli di un videogioco. Anche stavolta potete sia continuare con il personaggio scelto in precedenza (se non è morto) oppure ricominciare e scergliene un altro. Se il vostro personaggio non compare in questo episodio potete premere start come player secondari e gustarvi anche questa partita con un altro pg.

Spoiler sulla serie tv di The Witcher

Livello 3 – Luna Traditrice

—FILMATO INIZIALE PREMI START PER SALTARE—


—PERSONAGGI GIOCABILI—

Geralt lo Strigo:  1050 punti XP

Uno strigo inarrestabile che comincia il livello in uno dei luoghi più importanti per tutto il panorama videoludico: Il bordello! Dopo aver imbruttito al proprietario del bordello, ai poveri bifolchi che trova nel paese vicino e aver fatto la ramanzina alla maga, Geralt attiva il potenziamento “Melasentocalla” e va ad imbruttire pure al re della zona.

Inoltre porta a termine anche la sottomissione di indagine scoprendo tutti i retroscena sul mostro intrappolato nel castello e sbloccando un compagno per l’avventura, Ostrit. Purtroppo, entrato nella zona del boss finale, lo strigo finisce coinvolto nel minigame “Agghinda il tuo castello”. Avendo però spesso tutte le monete per power-up extra e la catena benedetta++ è costretto a legare Ostrit al letto per agghindare la zona. Il Boss di fine livello, La Strige, non abituata a questi mondani abbellimenti, strappa via il povero Ostrit come fosse un festone di compleanno potenziando anche la sua statistica di Rabbia ben oltre il level cap.

Dopo una serie di Quick Time Event e qualche colpo ben assestato (non con la catena benedetta++ che si rivela essere una fetecchia) il witcher ha la meglio sul mostro, terminando il livello con una pioggia di XP e ottenendo anche l’oggetto “medaglione caruccio ma poteva essere meglio”.

Yennefer la Maga: 950 punti XP

Un livello importante anche per Yennefer che porta a termine la sua romance con Istredd ben oltre il lieto fine, superando anche le sub-quest “e vissero felici e contenti” e “divorzio finale”. Nel mentre si ribella alle regole imposte dalla congrega magica di cui fa parte e cambia classe, passando da maga base a maga oscura.

Oltre alla classe però cambia pure aspetto, barattando i punti esperienza della scorsa puntata per accedere nuovamente all’editor del personaggio. Stavolta ridistribuisce i punti in modo da avere un boost sulla statistica “celhosoloio” sbloccando di conseguenza l’abilità rimorchio+++. Proprio grazie a questa abilità riesce ad entrare alla festa dei maghi e a conquistare il re che la porta dritta nel prossimo livello, nonostante il malus “invidia profonda” che gli viene inflitto dalle altre maghe.

Adda la Strige: 800 punti XP

Aggiunta ai pg principali, Adda è il personaggio consigliato a chi ama il lato oscuro del roster. Se quindi siete da sempre abituati a scegliere Heihachi invece di Jin, o M. Bison al posto di Ryu, Adda è il personaggio che fa per voi. Grazie all’abilità “Maledizione” può trasformarsi in un terrificante mostro noto come Strige capace, con un solo calcio, di far “congiungere le sfere” anche al witcher più preparato.

Se scegliete Adda dovrete affrontare dei deathmatch 1 VS 5 a ondate, in cui uccidere tutti i guerrieri che entrano nel vostro castello. Come boss vi trovate invece dei witcher, e nonostante la vittoria contro il primo di essi, il mento a culo ipnotico di Geralt vi distrae riuscendo a sconfiggervi proprio sul più bello. In realtà scoprite però che il livello non è concluso e che una volta tornati alla vostra forma umana potete proseguire verso il finale alternativo del gioco chiamato “È ora di conoscere papà”.

Ciri la sperduta: 30 punti XP

Ciri appare solo nel DLC che può essere scaricato dopo aver superato questo livello con tutti e 3 i personaggi precedenti. Un contenuto extra molto corto, in cui non è possibile nemmeno interpretare Ciri ma solo Dara, il suo compagno di avventura, per affrontare il minigame “Ocio che arriva”. Un gioco complesso, per uno abituato a fare da NPC come Dara, che non capisce manco le regole e alla seconda freccia è già K.O.

Rutilia il cavallo: 300 punti XP

Una piccola parte anche per Rutilia che in questo livello carica la Super “Nitrito del Giudizio” per far sentire in colpa Geralt di essere andato al bordello. Per il resto della puntata questo personaggio rimane a meditare, accudito e riverito dal padrone del bordello, proprio come se si trovasse in un Ostello Pokemon.

—PERSONAGGI NON GIOCABILI (NPC)—

le pagelle dei personaggi della terza puntata di The Witcher la serie tv

Triss Merigold la maga curativa: 250 punti XP

Triss è un nuovo NPC che può essere aggiunto ai compagni se scegliete Geralt. Abile maga ed esperta cerusica sarà fondamentale grazie alle sue abilità curative (in Resident Evil sarebbe stata perfetta a mischiare le erbette). È, infatti, in grado di creare utilissimi medikit. Attenti però a non farla arrabbiare o vi sotterra nella farina come ha fatto con il vecchio witcher.

Strigo morto fritto dorato: 100 XP (ma solo se viene bene la doratura)

Fa il figo nella cut-scene iniziale ma poi prende le botte dalla Strige e finisce stecchito nella friggitoria di Triss che lo mostra a Geralt bello infarinato e pronto per la frittura.

Istredd l’abbandonato: 300 punti XP

Istredd è uno di quegli NPC ricorrenti, che non ha una casa ma vive nella grotticella dove lo avete incontrato. È utile per fare qualche punto esperienza extra con il minigame sessuale, a patto però di ottenere il grado “applauso”. Terminando la romance con lui non potrete più incontrarlo per un po’ quindi dateci dentro con gli applausi.

Re Foltest: 400 punti XP

Uno dei personaggi non giocabili che sembra uscito direttamente dal Trono di Spade. Grasso, sempre intento a divorare cinghiali allo spiedo è bene farselo amico per ottenere aiuto nella missione della caccia alla Strige. Attenti però a non scegliere le opzioni di dialogo sul rapporto incestuoso con la sorella, è un po’ suscettibile a riguardo.

NPC della scuola di Magia: Tissaia, Stregobor e gli altri maghi 50 punti XP

NPC malvagi inseriti solo per infliggere occhiatacce, maledizioni, sguardi di sdegno e altri malus a Yennefer. Purtroppo, come quasi tutti gli NPC, non possono essere colpiti, ma lo meriterebbero.

Prostituta e padrone del bordello: 200 punti XP

Personaggi immancabili in ogni videogioco a sfondo medievale che si rispetti. Loro non piacciono a voi e voi non piacete a loro, ma questo non vuol dire che non si possa andare d’accordo. Basta infatti tirare fuori il denaro sonante e potrete usufruire dei loro servigi, la prostituta dona un bonus a tutte le statistiche dello Strigo mentre il padrone del bordello potenzia la resistenza di Rutilia. Naturalmente sono bonus temporanei perchè, proprio come ogni cosa che viene dal bordello, vanno a ore.

Classifica extra: Mento a culo Lv 3

The Witcher puntata 3, classifica dei menti dei protagonisti

Immancabile anche la nostra classifica dei menti a culo della puntata che anche questa volta vede in testa l’inarrivabile strigo:

  1. Geralt – Mento a culo ipnotico
  2. Istredd – Mento a culo spaccacuore
  3. Yennefer – Mento rifatto ma pur sempre a culo
  4. Triss – Mento a culo guaritore
  5. Ciri – Mento sfuggente
  6. Re Foltest – Mento grasso
  7. NPC della scuola – Menti vari
  8. Rutilia – Mento del giudizio
  9. Prostituta e Padrone del Bordello – Mento a ore
  10. Strigo morto – Mento infarinato
  11. Strige – Mento maledetto

Anche per questa terza puntata è tutto, ci vediamo nel quarto livello!

Articolo a cura di Simone Alvaro "Guybrush89" Segatori

Ritrovato in tenera età su una spiaggia pixelata le sue prime parole sono state "Voglio fare il pirata!"

In mancanza di un vero galeone è partito all'arrembaggio del mare della rete depredando le conoscenze di ogni isola su cui è approdato: Ha scritto per Games, VGN, Adventure's Planet, Badgames, FlopTV, Cinefilia Ritrovata, Ridble e creato qualche video per la ciurma di Game Series Network.

Nel mentre la taglia sulla sua testa è aumentata e dopo che l'Università di Viterbo lo ha ritenuto un pericoloso "Capitano della Comunicazione", l'Alma Mater Studiorum di Bologna lo ha classificato come "Minaccia Pirata esperta di Cinema, Televisione e Produzione Multimediale".

Per circa un anno è quindi rimasto nascosto nella Cineteca di Bologna, gestendo dall'ombra l'Archivio Videoludico e organizzando anche un ritrovo piratesco conosciuto come Svilupparty.

Dopo qualche tempo passato in mare tra cinema, fumetti, serie tv, libri, aspirapolvere e videogiochi, senza mai una vera casa, mette l'ancora alla fonda nella baia videoludica di Player.it, dove passa le giornate in compagnia di scimmie, balene e altri animali. Va spesso ad ubriacarsi nella taverna di Tom's Hardware, inoltre va all'arrembaggio di libri e fumetti su Frasix, di gadget e serie TV su Nospoiler e Cinematographe e svolge ricerche su antichi manufatti per conto di Ivipro.

Il richiamo dell'oceano però lo trascina continuamente tra le onde e anche se non sa dove lo porterà il vento quello che conta davvero è il viaggio.

Akira-il-prototipo-per-Sega-Mega-Drive

Akira: l’ambizioso prototipo del videogioco per Sega Mega Drive

Destiny 2 | Guida all’arma esotica Ultima Parola