Recensione mobile: Infectonator

infectonator recensione mobile
Infectonator recensione

Se siete alla ricerca di un gioco mobile veloce, immediato e con una forte dose di ironia, Infectonator fa al caso vostro.


Nato come gioco in flash, Infectonator è disponibile ora anche sui dispositivi Android. Obiettivo del gioco? Trasformare in zombie la popolazione!

Infectonator è un casual game a tema zombie molto particolare. Possiamo definirlo un gioco di strategia, ma non c’è bisogno di essere giocatori pazientissimi e con tanto tempo da dedicare allo svago perché le meccaniche di gioco sono molto semplici.

infectonator
Un’apocalisse zombie a Natale è quello che ci vuole.

L’obiettivo non è quello di difendersi da orde di morti viventi, al contrario. Il nostro scopo ultimo è infettare la popolazione con un virus che tramuta le persone in zombie. Una volta che avremo infettato le prime persone, potremo darci alla pazza gioia con il nostro mini esercito di carne putrefatta. I nostri verdi e marcescenti mostriciattoli andranno poi alla caccia di persone ancora sane per portare avanti il nostro fine: portare l’umanità al collasso. Ovviamente, Infectonator (il titolo è già tutto un programma) non si prende sul serio e affronta l’apocalisse zombie in maniera molto divertente e caricaturale.

Il gioco si divide in giornate, ciascuna delle quali potrà essere portata a compimento una volta raggiunto un target ben preciso di persone infettate. Ogni giorno non sarà uguale a quello precedente. Diverse ambientazioni e vari obiettivi secondari ci porteranno a usare diverse strategie per seminare l’infezione. Anche gli zombie non si comporteranno sempre nello stesso modo, ma saremo noi a decidere come renderli più efficaci.

Il nostro piccolo (o grande se giochiamo bene) esercito può essere potenziato. Nell’apposito menu degli upgrade è possibile spendere i soldi guadagnati per acquistare abilità e oggetti che rendono gli zombie più letali o veloci nell’infettare qualcuno.

infectonator recensione
Potenziare gli zombie è divertente e letale.

Sul piano tecnico siamo di fronte a un piccolo gioiellino in pixel art. La grafica a 8 bit è molto piacevole e rende bene l’idea di gioco leggero e alla mano. L’azione di gioco, nonostante si tratti di uno strategico, scorre senza troppi intoppi grazie anche a una difficoltà ben bilanciata.

Il gioco è gratuito, ma è possibile fare acquisti in app. Il titolo è totalmente in inglese.


Link Download —> Google Play

Articolo a cura di Michele Longobardi

Laureato in Lettere moderne, scopro la passione per il giornalismo quasi per caso. I videogiochi sono il mio più grande amore e così decido di coniugare le due cose. Il giornalismo videoludico diventa la mia forma finale.

Per me i videogiochi sono una forma d'arte e guai a dirmi il contrario.

Appassionato di tutto ciò da cui sgorga sangue: cinema horror (registi preferiti Argento e Romero), letteratura gialla e dell'orrore (autori preferiti Christie, Poe e Lovecraft) e ovviamente i videogiochi del genere (Silent Hill e Resident Evil sopra ogni cosa).

Il mio videogioco preferito di sempre è Fahrenheit che ho finito un numero non precisato di volte, da lì scaturisce la mia ammirazione per tutti i lavori di David Cage.

La mia "carriera" videoludica è segnata da un marchio da cui non sono mai riuscito a staccarmi: PlayStation! In circa 20 anni di gaming, ho completato più di 600 titoli.

Nuovi dettagli sulla prossima espansione di ARK, Aberration

rissa e narrazione D&D

Le mie Ragguardevoli sessioni – #18 Benvenuti ad Hiroas parte III