Football Manager 2016 – Recensione


Articolo a cura di Pietro Gualano


Puntuale come sempre il nuovo capitolo della serie Football Manager sbarca sul mercato globale, pronto a far impallidire con la sua mole di dati, schemi e tattiche chiunque si ritenga un mago del mercato o un genio della tattica nei più diffusi giochi di simulazione calcistica. Non è un mistero infatti che l’appassionato di questo genere di titoli sia spesso un videogiocatore estremamente attento ai dettagli , il quale ritiene che solo in un’esperienza manageriale come quella offerta da FM un intenditore di calcio possa dimostrare realmente le proprie conoscenze sul campo. Non c’è Carriera o Master League che tenga, Football Manager è il vero banco di prova e, fortunatamente, ciò è ancor più vero quest’anno dato l’impressionante livello di dettaglio raggiunto dal nuovo capitolo della serie.

Manager a tutto campo

Football Manager 2016 offre una gamma maggiore di modalità di gioco rispetto agli anni passati. Nella versione pre-release beta da noi testata oltre all’amata e tradizionale Carriera, alle varie Sfide e alla possibilità di giocare contro un amico, abbiamo ritrovato la confermata carriera online, il Fantasy Draft e l’opzione “Crea una squadra”.
Iniziamo con la “Carriera”. Questa modalità tradizionale offre l’esperienza di gioco manageriale più completa e realistica, permettendo al videogiocatore di tuffarsi nel mondo del calcio affrontandone tutti gli aspetti quotidiani, dall’allenamento alle conferenze stampa (leggermente più varie), dalle riunioni con lo staff (veramente ben costruite) e la squadra alle trattative di mercato. La prima novità apprezzabile che FM16 apporta in questa modalità riguarda un aspetto per così dire di contorno, ma senz’altro gradito ai giocatori: la possibilità di osservare il proprio personaggio virtuale agitarsi e muoversi a bordo campo, dettando le istruzioni ai propri uomini o partecipando ai festeggiamenti. Sotto questo aspetto sono state notevolmente ampliate le impostazioni di personalizzazione del proprio avatar, ferma restando la possibilità di caricare una proprio foto personale.
Come i calciofili sanno, l’esito di una partita può spesso dipendere da un calcio piazzato. Ecco così che gli allenatori di FM16 hanno a disposizione un editor di schemi sui calci da fermo sia offensivi che difensivi molto accessibile e intuitivo, che consente di spostare come pedine sulla scacchiera i giocatori nelle situazioni di calcio d’angolo o di punizione, guidando così passo dopo passo l’azione d’attacco o difensiva.
Quest’anno, inoltre, lo studio tattico e di preparazione alle partite che settimanalmente ogni allenatore svolge può basarsi anche sugli highlights dei match disputati dagli avversari e non solo. L’analisi “Pro-zone” degli incontri è stata infatti arricchita con maggiori e più accurate statistiche e dati, che, come detto, si affiancano alla possibilità di osservare sul campo gli avversari tramite i video delle azioni salienti.
Veniamo ora al sistema dei trasferimenti: la gestione delle trattative contrattuali resta la migliore che un amante del genere possa aspettarsi, il gioco offre l’opportunità di scegliere tra le più varie tipologie di clausole e consente un’utile interazione “in tempo reale” con la controparte fino al raggiungimento dell’accordo. Tuttavia resta a nostro parere complesso e poco intuitivo il sistema di ricerca dei giocatori che corrispondano alle esigenze della squadra. Non è facile comprendere come trovare quel giocatore che si ritiene indispensabile per il proprio modulo ma, allo stesso tempo, crediamo che questo non costituisca un problema per gli appassionati che, spesso e volentieri, sono disposti a dedicarsi con pazienza alla ricerca del giocatore perfetto. D’altra parte risulta invece comodissima la possibilità di visionare ed eventualmente trattare quei giocatori che vengono suggeriti dallo staff nella posta in arrivo.
Oltre a gestire le impostazioni tattiche, a provvedere agli acquisti necessari e a impartire le istruzioni per gli allenamenti (scegliendo il focus su cui concentrare gli sforzi, ad esempio la forma fisica o il gioco di squadra), un altro momento topico per ogni allenatore virtuale è senza dubbio la partita. Su questo aspetto va certamente sottolineato il miglioramento dell’esperienza grafica rispetto ai capitoli precedenti: FM16 dispone infatti di 2,000 nuove animazioni che rendono i movimenti dei giocatori, del pallone e in generale l’andamento della partita assai più realistici, anche se alla straordinarietà dei numeri sulla carta non corrisponde sul campo una vera e propria rivoluzione grafica (peraltro già avvenuta nelle passate edizioni).

Controllo totale

Salvo modifiche marginali, l’interfaccia grafica della partita non è cambiata. E’ sempre possibile prima, durante e dopo l’incontro rivolgere discorsi ai propri giocatori, magari per incoraggiare la giovane promessa intimorita dall’importanza della partita oppure per motivare il portiere dopo un clamoroso errore o, perché no, per aggredire verbalmente il proprio terzino per l’ennesimo cross sbagliato. Da notare invece che la finestra che consente di impartire istruzioni di gioco ai propri uomini, come la velocità di circolazione del pallone, la direzione principale dei passaggi o l’ampiezza della squadra, pare leggermente più complessa da utilizzare rispetto al passato (niente che non si possa risolvere con un po’ di pratica comunque).
Nel complesso la modalità “Carriera” resta il pilastro su cui si fonda l’esperienza di gioco offerta dalla serie FM e anche quest’anno si può dire, senza paura di essere smentiti, che il divertimento è assicurato. Servirà invece un maggiore tempo di gioco per verificare se in questo capitolo siano state eliminate alcune anomalie, purtroppo frequenti nelle edizioni precedenti, riguardanti i risultati delle partite, spesso difficilmente immaginabili nel calcio reale. L’impressione è che i risultati dei match siano maggiormente realistici e che le istruzioni tattiche impartite ai giocatori siano eseguite con maggiore diligenza.
L’ambizione propria di ogni appassionato di calcio di gestire e governare ogni aspetto della squadra, da quelli relativi al campo a quelli più propriamente dirigenziali, viene comunque soddisfatta da una esperienza di gioco ricca e dettagliata ma resta a discrezione di ognuno valutare se tutta questa complessità non risulti, in fin dei conti, persino eccessiva.
Proprio per sfuggire a questa conclusione, FM16 mette a disposizione dei videogiocatori una carriera più semplice e veloce, la modalità “Touch”, che prende il posto del precedente Football Manager Classic. La vera novità è però rappresentata dalla creazione di una nuova versione di FM16 che si affiancherà alla versione integrale e alla versione mobile (disponibile da Dicembre). Sarà infatti possibile usufruire della modalità di “gioco veloce” non solo come opzione all’interno della versione integrale, come avveniva fino all’anno scorso, ma anche come vera e propria versione alternativa di FM16 a sé stante, acquistabile separatamente su Steam e giocabile su Pc e Tablet. Segnaliamo anche il cross-saving, grazie al quale tutte le versioni di Football Manager Touch 2016 sono compatibili con il salvataggio multipiattaforma, permettendo così di proseguire su computer le carriere iniziate sulla versione per tablet e viceversa.
Tornando alle modalità di gioco, le novità riguardano l’opzione “Crea una squadra” e il “Fantasy Draft”.
La prima permette di iniziare la carriera con una squadra creata dal nulla dal videogiocatore: si potrà così scegliere il nome, i colori sociali e ogni altro aspetto del proprio team e avere la possibilità di lottare per realizzare il sogno di vedere la squadra del proprio quartiere giocarsi il titolo contro le più blasonate società del pianeta. La modalità “Crea una squadra” è disponibile sia nella sua versione integrale che nella versione Touch (autonoma o inserita in FM16 in versione integrale).
Particolarmente interessante ed innovativo infine il“Fantasy Draft”. Si tratta di una modalità del tutto nuova e giocabile solo online che offre la possibilità di confrontarsi in un mini campionato con gli amici allenando una squadra composta da giocatori scelti secondo le modalità tipiche del classico fantacalcio. L’esperienza di gioco così costruita garantisce ore e ore di divertimento in multiplayer e di certo rappresenta una apprezzabile novità dell’edizione 2016 di Football Manager. Anche questa modalità di gioco è disponibile in entrambe le versioni di FM16.

Conclusioni

Non è un mistero che la serie FM sia riservata a veri e propri maniaci dell’arte pallonara. Per entrare totalmente nel mondo di Football Manager 2016 occorre, oltre a una grande quantità di tempo a disposizione, un’attenzione straordinaria ai particolari. Ma cosa c’è di più eccitante di affrontare quotidianamente le sfide del mondo del calcio? Questo nuovo capitolo della serie ci ha convinti e siamo certi che i fan sapranno apprezzare le varie novità introdotte.
Buona fortuna e..ricordatevi della vostra vita sociale!


Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Redazione Player.it

Account redazionale di Player.it, con questo account verranno proposti editoriali, speciali e post condivisi dall'intera redazione, inoltre, in questo profilo c'è l'intero archivio di articoli di games.it

Playstation Store: gli aggiornamenti al 10 novembre 2015

Fallout 4 – Mappa completa: Tutti i luoghi da scoprire! [Un Vero ranger]