Mortal Kombat X Mobile – Recensione


Articolo a cura di Samuele Zaboi


Prova effettuata su iPad Air

Pur tra tanti sospetti, il mercato mobile sta diventando sempre più popolare e anche grandi società, quali Warner Bros. e NetherRealm Studios, si stanno dedicando a esso con una frequenza sempre maggiore con il passare delle settimane e dei mesi. L’ultimo caso, in ordine cronologico, è in particolar modo quello di Mortal Kombat X che ha anticipato di qualche giorno l’arrivo del capitolo principale per PC e console.

Sensazione di déjà vu

I più avvezzi ai giochi per tablet e smartphone noteranno immediatamente una caratteristica in Mortal Kombat X e che riesce, al contempo, a essere un grande pregio e un grande difetto per l’applicazione. Il titolo infatti si presenza, in sostanza, una copia di quanto già offerto con Injustice: Gods Among Us. Il gameplay infatti ricalca quanto già visto con l’applicazione nominata in precedenza: scopo del gioco sarà infatti quello di affrontare con la propria squadra, composta da tre lottatori, una serie di avversari e conquistare così le differenti torri. Per attaccare basterà effettuare un singolo tap sullo e seguire successivamente le indicazioni che appariranno per completare la mossa. Una volta terminato con successo lo scontro sarà possibile ottenere dei crediti con i quali si potranno acquistare nell’apposito negozio carte supporto o nuovi personaggi, per ampliare il proprio roster o per potenziare i lottatori già in possesso degli utenti.

Giocare a Mortal Kombat X risulta estremamente semplice, dal momento che l’immediatezza dei controlli è stata sensibilmente migliorata rispetto a quanto provato con Injustice. Questo confronto pare d’obbligo, dal momento che le peculiarità tra i due prodotti sono ben evidenti, con l’unica differenza che Injustice: Gods Among Us portava con sé una ventata di novità non riscontrabile in Mortal Kombat X.

Gratuito, ma quanto mi costi

Uno dei più grandi quesiti che ogni giocatori si pone quando scarica un titolo free-to-play è quanto siano invasivi gli acquisti In-App.

In Mortal Kombat X lo sono, e molto: per avere i personaggi più potenti, quelli d’oro, sarà inevitabile mettere mano al portafoglio; allo stesso modo sarà indispensabile farlo nel caso si desideri giocare con estrema continuità. I tornei giornalieri permettono di ottenere quotidianamente dei crediti, che sarà possibile spendere a proprio piacimento nel negozio in-game. Questi però consentiranno l’acquisto di qualche personaggio di bronzo, e non di più.

Oltre alla campagna principale, Mortal Kombat X offre anche una serie di sfide già citate anche se il gameplay rimane sempre il medesimo. In breve tempo, in concomitanza con il rilascio della versione console del gioco, verranno aggiunte che la lotte tra fazioni e la possibilità di ottenere personaggi d’oro completando delle sfide dedicate.


Resta da segnalare infine lo spropositato consumo di batteria che l’applicazione richiede a smartphone e tablet, sperando che un aggiornamento possa risolvere questo inconveniente al più presto.

Commenti finali

Mortal Kombat X riesce a riproporre quanto visto con l’applicazione Injustice: Gods Among Us accentuando, per quanto possibile, gli aspetti negativi.

Se da un lato l’immediatezza del gameplay e la semplicità di comandi è stata migliorata, dall’altro gli acquisti In-App risultano decisamente spropositati e il consumo eccessivo della batteria impedisce agli utenti di poter giocare a lungo con Mortal Kombat X rovinando così l’esperienza di gioco complessiva.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Redazione Player.it

Account redazionale di Player.it, con questo account verranno proposti editoriali, speciali e post condivisi dall'intera redazione, inoltre, in questo profilo c'è l'intero archivio di articoli di games.it

World of Tanks: risoluzione al massimo su Xbox One

codici per pc di GTA V

Trucchi per PC GTA 5 – Codici