Uno sguardo approfondito al set di Magic ambientato nei Forgotten Realms di D&D

Blackstaff di Waterdeep

Vi avevamo già parlato di Adventures in the Forgotten Realms in questo articolo, quando siamo stati invitati da Wizards of the Coast a partecipare a una prima occhiata al set tematico di Magic dedicato a D&D, un crossover che probabilmente i nerd più appassionati dei giochi fantasy stavano aspettando da oltre trent’anni.

La scorsa settimana Wizards aveva rivelato la meccanica dei Dungeon, che sono praticamente un nuovo tipo di carta. Come vi avevamo già informato, a partire da oggi 29 giugno ci sarà una nuova meccanica da rivelare ogni giorno per una settimana. Tuttavia oggi, assieme al nuovo elemento di gioco, ci sono stati anche diversi prodotti e carte svelati al pubblico.

Prima di cominciare ad approfondire le novità di Adventures in the Forgotten Realms, ricordiamo che l’intero set di espansione sarà legale nel formato Standard e nel Modern, anche se la lore di gioco non avrà connessioni con il mondo narrativo di Magic. La nuova espansione arriverà l’8 luglio su Magic The Gathering: Arena, per poi avere una pre-release cartacea il 16 luglio. Il rilascio ufficiale è previsto invece per il 26 luglio.

Descrizioni da Dungeon Master

Quasi tutte le carte di gioco, come vi avevamo già anticipato, avranno dei flavor text che riprendono la loro dei Reami Perduti di Dungeons & Dragons, e alcune di esse saranno vere e proprie descrizioni che farebbe un DM. L’adattamento delle meccaniche e della lore di D&D ai meccanismi di Magic si è tradotto in flavor text inseriti per la prima volta anche a descrizione di Terre Base e Abilità, come potete constatare dalle immagini qui in basso.

Sappiamo già dell’esistenza della Spada Vorpal come oggetto equipaggiabile, ma il Game Designer di Wizards Ben Lundquist oggi in un post sul sito di Magic ha rivelato l’esistenza della Blackstaff di Waterdeep, un bastone magico senziente con rune incise in argento che, in genere, è posseduta dal più grande mago di Waterdeep.

Le cosiddette Abilità Flavor sono la nuova “meccanica” rivelata da Magic: sono tante e sono per loro natura descrittive. Questa loro caratteristica offre il duplice scopo di raccontare una storia e di identificare la meccanica che sta per essere attivata.

Le variant a tema Manuali e Moduli

Sempre come vi avevamo già anticipato, le variant su cui hanno lavorato i creativi di Wizards of the Coast per questo set a tema D&D sono state dedicate alle pagine e alle copertine dei manuali del gioco di ruolo, un omaggio alla tradizione e alla storia di Dungeons & Dragons. Il risultato di questa idea è la produzione di tre tipi di variant.

Le rulebook art sono a tema pagina del Manuale del Giocatore. Le illustrazioni monocromatiche sono adagiate su sfondi a tinta unica per risaltare, mentre il resto della carta ricorda una pagina ingiallita di un vecchio libro.

Drizzt Do'Urden in Magic nella sua variant rulebook art

Le module art sono a tema copertina dei moduli di avventura o di un dungeon. In basso potete notare la carta di una Terra speciale nella sua duplice versione normale e variant. Nel loro trattamento alternativo, tutte hanno dettagli ricordano copertine classiche dei moduli aggiuntivi di Dungeons & Dragons, inclusi i font. Si è cercato anche di dare colori a tinte uniti brillanti per evidenziare l’ispirazione libraria.

Le carte stat art invece sono tutte carte mostro che servono puramente a fini di collezionismo, come se fossero perdine. Il retro mostra un’artwork che copre tutta la superficie estendendosi in orizzontale, mentre il fronte raffigura un riassunto delle statistiche da Manuale dei Mostri dell’edizione 5.0 di Dungeons & Dragons, quella attualmente in corso. Carte di questo tipo tornano utili durante le sessioni del gioco di ruolo più che nelle partite di Magic.

Carte Borderless ed Extended Art

Per quanto riguarda le iconiche creature che fanno da prestanome al nome del gioco di ruolo di Dungeons & Dragons, sappiamo che, come carte creatura, ne sono in tutto 12. I draghi inseriti in questo set di Magic hanno anche le loro variant borderless, perché dai… se lo meritano. Lo stesso trattamento borderless è stato riservato anche a 5 Planeswalker.

Sono presenti anche le extended art che a differenza delle borderless, pur ampliando l’illustrazione della carta, mantengono la cornice. Magic in questo momento ha rivelato una foil della Spada Vorpal e la stregoneria della Risata Incontenibile di Tasha.

I prodotti in commercio

Adventures in the Forgotten Realms, chiamato in acronimo AFR, sarà disponibile da tutti i rivenditori online e offline autorizzati in diverse modalità. Al di là dei bundle di pre-release e dei Fat Pack, esistono ben 3 tipi di bustine a seconda dell’esperienza che cercate da Magic.

I Set Booster sono venduti singolarmente in espositori da 30 unità. Le carte Comuni e non Comuni in questi prodotti hanno più chance di avere flavor text. Ogni bustina inoltre contiene sempre una una Booster Fun, una carta tradizionale foil e una carta variant. Le carte Set hanno inoltre più probabilità di avere carte rare. Comprando un intero espositore si può avere la promo della Spada Vorpal extended art foil presentata in alto.

I Draft Booster sono ideali per formati di gioco Limited come i Draft o i Sealed. Ogni bustina ha le stesse opportunità ottimizzate per fornire la maggior esperienza competitiva possibile. I Collector Booster invece sono ideali per collezionisti, e infatti hanno un costo più elevato. Ogni bustina al suo interno ha più chance di trovare rare e mitiche, più variant e più foil.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE Magic: The Gathering

Articolo a cura di Alessandro Colantonio

Game designer in erba e chitarrista a tempo perso. Nasce all'ombra del Vesuvio nel 1991, muove i suoi primi passi nel mondo dei videogiochi su un Windows 95 all'età di 5 anni, e diventa presto un Allenatore di Pokémon.

Bazzica tra radio web e band durante i suoi studi universitari tra Napoli, Roma e Milano, per diventare un mittente di mail professionista per annunci di lavoro che non avranno mai risposta.

Prima di approdare a Player.it si è distinto nella fan-community di Pokémon Millennium diventandone rapidamente editorial supervisor e simultaneamente PR, garantendo alla redazione del portale un flusso costante di videogiochi per Nintendo Switch da recensire.

I suoi generi preferiti sono i gestionali, gli strategici, i tattici e i GDR. Tuttavia, essendo un accumulatore seriale di videogiochi, cerca sempre di giocare ogni titolo che gli capita sotto mano.

Ha una perversione per le pratiche fandom, i cani e la birra artigianale. Adora D&D, va in ira e carica.

Chi c’è dietro Housemarque, lo studio dietro lo sviluppo di Returnal?

Bloober Team e KONAMI entrano in partnership… qualcuno ha detto Silent Hill?