Ubisoft avrebbe fatto ripartire daccapo lo sviluppo di Skull & Bones, di nuovo

Secondo quanto riporta un utente di ResetEra, Game Luster, Ubisoft avrebbe fatto ripartire daccapo una seconda volta lo sviluppo di Skull & Bones, atteso videogioco piratesco. Non conosciamo i motivi di tale prassi in quanto non abbiamo neanche fonti ufficiali a cui attingere, ma le voci vorrebbero addirittura che si tratti dell’inesperienza del nuovo studio di Singapore.

Skull & Bones era stato annunciato per la prima volta nel lontano 2017, ma fin da allora ha sempre visto numerosi ostacoli lungo il suo sviluppo. Ci sono numerosi motivi per cui i lavori di un videogioco possono essere fatti ripartire daccapo, ma ciò che più fa riflettere di questa notizia, in realtà, è lo studio Ubisoft di Singapore che si occupa del gioco, suo primo incarico. Lo studio in questione di recente è stato al centro di alcune polemiche: il suo boss Hugues Ricour era stato licenziato per cattiva condotta, in quanto numerose donne sul posto di lavoro lo hanno accusato di molestie e di comportamenti sessisti.

Ciò potrebbe voler dire che il gioco è stato sviluppato in un ambiente decisamente non confortevole per i suoi lavoratori, e probabilmente, una volta allontanato Ricour, si è deciso di ripartire daccapo. Ovviamente si tratta solo di ipotesi in quanto non c’è ancora una conferma ufficiale riguardo lo stato dei lavori di Skull & Bones. Game Luster riferisce anche che la nuova versione alpha di gioco somiglia un po’ a Sea of Thieves, famoso e partecipato videogioco a tema pirati. Tuttavia il titolo sarebbe ancora nelle sue fasi iniziali di sviluppo, e la sua uscita potrebbe slittare quindi al 2023.

Vedremo se riusciremo a sapere qualcosa di ufficiale riguardo Skull & Bones, magari proprio durante gli eventi dell’E3 2021. Nel frattempo, stando in tema pirati, assicuratevi di recuperare King of Seas, gioco indie italiano pieno di battaglie navali tra pirati e corsari che esce proprio oggi.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE PlayStation LifeStyle

Articolo a cura di Alessandro Colantonio

Game designer in erba e chitarrista a tempo perso. Nasce all'ombra del Vesuvio nel 1991, muove i suoi primi passi nel mondo dei videogiochi su un Windows 95 all'età di 5 anni, e diventa presto un Allenatore di Pokémon.

Bazzica tra radio web e band durante i suoi studi universitari tra Napoli, Roma e Milano, per diventare un mittente di mail professionista per annunci di lavoro che non avranno mai risposta.

Prima di approdare a Player.it si è distinto nella fan-community di Pokémon Millennium diventandone rapidamente editorial supervisor e simultaneamente PR, garantendo alla redazione del portale un flusso costante di videogiochi per Nintendo Switch da recensire.

I suoi generi preferiti sono i gestionali, gli strategici, i tattici e i GDR. Tuttavia, essendo un accumulatore seriale di videogiochi, cerca sempre di giocare ogni titolo che gli capita sotto mano.

Ha una perversione per le pratiche fandom, i cani e la birra artigianale. Adora D&D, va in ira e carica.

horizon forbidden west

Horizon Forbidden West, gameplay allo State Of Play di questa settimana

Dungeons & Dragons introduce due nuove civiltà Drow