New World: Amazon ci tiene a far sapere che non ci sarà pay-to-win

new world, new world acquisti in-game, new world politiche amazon acquisti in-game, new world negozio gioco come sarà, new world MMORPG Amazon, New World MMO

New World, l’ambizioso MMO di Amazon in arrivo quest’anno, è concepito per avere acquisti in-game, ma al lancio vi troveremo solo oggetti “esclusivamente di natura cosmetica“.
E’ stato il director dello studio Rich Lawrence a rassicurare via Twitter i giocatori.

Lawrance ha specificato che la versione in Alpha del negozio è semplicemente un test, e che il team di sviluppo sta lavorando per individuare quali saranno i prodotti che potremo acquistare nella versione finale del gioco.

Fra essi potremmo trovare per esempio l’acquisto dei viaggi veloci-sempre secondo i piani del developer-ma ogni decisione in questo senso sarà presa seguendo il feedback dei giocatori nei mesi successivi al lancio.
L’obiettivo con tutti questi oggetti è che non offrano un vantaggio che squilibri il gioco. Lawrence ha anche rivelato che il team sta contemplando un programma in stile “battle pass”, anche questa tuttavia in corso di vaglio.

new world, new world acquisti in-game, new world politiche amazon acquisti in-game, new world negozio gioco come sarà, new world MMORPG Amazon, New World MMO

Infine, Lawrance afferma che è allo studio la “possibilità di espansioni opzionali, che avrebbero un costo separato”.

Cosa ne pensate? Credete che New World riuscirà a tenere fuori dal suo gameplay le dinamiche pay-to-win?
In fondo, la lotta a certi sistemi sta diventando sempre più importante per tutti quegli sviluppatori al lavoro su progetti dai target così importanti e senza dubbio molto esposti mediaticamente.
New World uscirà ad agosto 2021.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE IGN

Articolo a cura di Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore.
Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman.
Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood).
Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play.
È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

final fantasy XIV, final fantasy IXV nuova patch, Final Fantasy XIV PS5, Final Fantasy XIV versione PlayStation 5

Final Fantasy XIV si prepara a sbarcare su PS5

ghostwire tokyo, esorcismi e poteri elementali con il dualsense

Ghostwire Tokyo: con il DualSense più realismo negli esorcismi e i poteri elementali