Da luglio potrete assaggiare Lady Dimitrescu di Resident Evil Village

Com’è ricevere davvero un morso da un vampirone come Lady Dimitrescu? A immaginarsi la scena, nei modi più conditi, ci ha pensato sicuramente qualche fanartist cultore della Rule 34, ma da oggi potete davvero avere un assaggio del sapore che avrebbe l’affascinante villain del nuovo gioco Capcom, grazie a G Fuel.

Non si tratta di un lavoro di un fan, né di un render grafico di qualche troll. Capcom ha davvero collaborato con G Fuel per produrre un nuovo sapore della sua bevanda energetica. Mentre Resident Evil Village infrange record e diventa centro di discussione di un po’ tutte le community videoludiche, si sentiva un po’ il bisogno di gadget strani a tema.

Il nuovo capitolo della leggendaria saga di Capcom è ambientato in una fittizia Romania con strane entità legate al folklore del posto, vampiri e licantropi appunto. Lady Dimitrescu è solo una dei tanti personaggi che si possono incontrare nella propria avventura, ma è passata a diventare un meme vivente nei mesi scorsi grazie alla sua stazza.

Il prodotto brandizzato G Fuel ufficialmente si chiama “Maiden’s Blood“, letteralmente “sangue di fanciulla“, ed è venduto nella consueta confezione da 70 centilitri. Il liquido contiene vitamine e supplementi per aumentare la concentrazione, la resistenza e i riflessi, ma purtroppo non sarà in grado di trasformarvi in vampiri né di farvi diventare alti come Lady Dimitrescu.

Immaginiamo vogliate sapere che sapore abbia tale sangue di una fanciulla così prosperosa e, beh, ovviamente sa di Melone. Era ovvio, no? La nuova bevanda di Lady Dimitrescu sarà disponibile per noi comuni mortali a partire da luglio 2020, ma potete già preordinarla sul sito ufficiale di G Fuel. Nel frattempo, se avete voglia di un drink, vi rimandiamo al cocktail Johnny Silverhand di Cyberpunk 2077. A quanto pare oggi le notizie videoludiche si concentrano sulle bevande.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE Destructoid

Articolo a cura di Alessandro Colantonio

Game designer in erba e chitarrista a tempo perso. Nasce all'ombra del Vesuvio nel 1991, muove i suoi primi passi nel mondo dei videogiochi su un Windows 95 all'età di 5 anni, e diventa presto un Allenatore di Pokémon.

Bazzica tra radio web e band durante i suoi studi universitari tra Napoli, Roma e Milano, per diventare un mittente di mail professionista per annunci di lavoro che non avranno mai risposta.

Prima di approdare a Player.it si è distinto nella fan-community di Pokémon Millennium diventandone rapidamente editorial supervisor e simultaneamente PR, garantendo alla redazione del portale un flusso costante di videogiochi per Nintendo Switch da recensire.

I suoi generi preferiti sono i gestionali, gli strategici, i tattici e i GDR. Tuttavia, essendo un accumulatore seriale di videogiochi, cerca sempre di giocare ogni titolo che gli capita sotto mano.

Ha una perversione per le pratiche fandom, i cani e la birra artigianale. Adora D&D, va in ira e carica.

Cyberpunk 2077: in UK servono il drink di Johnny Silverhand

https://www.pcgamer.com/the-next-gears-of-war-will-run-on-unreal-engine-5-but-dont-expect-it-anytime-soon/

Il prossimo Gears of War mostrerà i muscoli grazie all’Unreal Engine 5