Da oggi possiamo provare Castlevania Resurrection, episodio perduto della serie

castlevania reurrection, castlevania, castlevania gioco mai pubblicato, castlevania reurrection gioco cancellato, castlevania konami

Un frammento di Castlevania Resurrection, gioco per Sega Dreamcast cancellato da Konami, è ora disponibile al pubblico. Il platform d’azione 3D è andato all’asta su eBay all’inizio di aprile 2021 (di cui avevamo parlato in questa news) e il 27 aprile 2021 Comby Laurent, il proprietario del sito web Sega Dreamcast Info Games Preservation (qui il link al sito), ha acquistato la build e l’ha rilasciata online a scopo di preservazione.

castlevania reurrection, castlevania, castlevania gioco mai pubblicato, castlevania reurrection gioco cancellato, castlevania konami

Dopo aver ricevuto il prototipo, Laurent lo ha caricato su internet. Il suo sito web elenca un’accurata suddivisione dei file della ROM insieme a un download (che potete trovare a questo link). Questa prima beta di Castlevania Resurrection è una build che, secondo quanto riferito, è precedente all’E3 1999 (quando il gioco venne mostrato alla stampa). In essa il giocatore prende il controllo di Sonia Belmont, e può combattere orde di creature classiche della serie in cinque luoghi diversi.

Ambientato poco prima degli eventi del Castlevania originale, i protagonisti di Castlevania Resurrection sono Sonia e Victor Belmont. Secondo l’Art Director Greg Orduyan, lo sviluppo del gioco era molto avanzato, prima che Konami staccasse la spina nel marzo 2000. Se il gioco avesse visto un’uscita, sarebbe stato il debutto di Victor Belmont nella serie. Tuttavia, Konami lo avrebbe poi introdotto in Castlevania: Lords of Shadow 2.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE Siliconera

Articolo a cura di Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore.
Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman.
Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood).
Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play.
È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

Il nuovo aggiornamento della PS5 “aumenta le prestazioni” ma non si sa di cosa

the witcher 3, the wicher 3 grafica con 3090 e 50 mod, the witcher 3 masima resa grafica, the witcher 3 mod, the witcher 3 al massimo delle prestazioni, cd projket red

Sembra la vita reale, ma è solo The Witcher 3 con 50 mod e una 3090