Resident Evil Village: una figura mascherata ci guarda male in un’immagine promozionale

resident evil village, nuovo personaggio

Che Resident Evil sia da sempre fucina inesauribile di personaggi da tenere d’occhio e soprattutto di creature misteriose non è una novità; l’ottavo capitolo della serie, Resident Evil Village, in uscita il 7 maggio di quest’anno, non sarà da meno e infatti abbiamo già potuto conoscere, attraverso trailer e gameplay svelati in questi mesi, alcune delle presenze più “ingombranti” che abitano il villaggio in cui Ethan dovrà recarsi per salvare sua figlia Rose.

Innanzitutto, Lady Dimitrescu è la vera star del prossimo capitolo della serie Capcom, la bella e letale vampira che supera in altezza anche i suoi colleghi maschi Nemesis e Mr. X; poi abbiamo visto licantropi, giovani vampire, un enorme bestione barbuto armato di martello – non sappiamo se potrà essere battuto fin da subito o se ci seguirà per tutto l’arco dell’avventura – e abbiamo potuto fare una prima conoscenza del pingue mercante. Insomma, dovremo fare molto spazio.

A quanto pare, però, non finisce qui. Infatti, sul profilo Twitter di BiohazardCast è apparsa una locandina del gioco che pare sia per ora uscita solo in Giappone. Su questa foto promozionale ci sono Chris Redfield con in braccio Rose, la figlia di Ethan e Mia, e appunto Ethan, il protagonista.

In basso a sinistra, invece, ci guarda in modo truce un personaggio mascherato inedito. Chi sarà mai? Un’ipotesi è che dietro quella maschera potrebbe celarsi Madre Miranda, la figura di riferimento di questa famiglia di vampire che viene nominata in un trailer durante la scena in cui vediamo lady Dimitrescu telefonare proprio a questo personaggio.

Non è escluso però che possa trattarsi di un personaggio mai citato fino ad ora. Meglio così, perché non vogliamo rovinarci tutte le sorprese. L’attesa d’altronde sta per terminare, poco più di un mese e sapremo tutto.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE Gameinformer

Articolo a cura di Michele Longobardi

Laureato in Lettere moderne, scopro la passione per il giornalismo quasi per caso. I videogiochi sono il mio più grande amore e così decido di coniugare le due cose. Il giornalismo videoludico diventa la mia forma finale.

Per me i videogiochi sono una forma d'arte e guai a dirmi il contrario.

Appassionato di tutto ciò da cui sgorga sangue: cinema horror (registi preferiti Argento e Romero), letteratura gialla e dell'orrore (autori preferiti Christie, Poe e Lovecraft) e ovviamente i videogiochi del genere (Silent Hill e Resident Evil sopra ogni cosa).

Il mio videogioco preferito di sempre è Fahrenheit che ho finito un numero non precisato di volte, da lì scaturisce la mia ammirazione per tutti i lavori di David Cage.

La mia "carriera" videoludica è segnata da un marchio da cui non sono mai riuscito a staccarmi: PlayStation! In circa 20 anni di gaming, ho completato più di 600 titoli.

Apple Watch

Apple Watch 7, tutto quello che sappiamo finora, data di lancio, prezzo e caratteristiche

Giorno Giovanna di JoJo si aggiunge al roster di Jump Force