Necromunda: Hired Gun: Warhammer 40K incontra Doom

Gli universi narrativi di Warhammer e Warhammer 40,000 sono fonte inesauribile di ispirazione per il videogioco: nella serata di ieri Focus Home Interactive ha annunciato un altro gioco di Warhammer 40.00, Necromunda: Hired Gun (sviluppato da StreumOn Studio, sviluppatore di Space Hulk: Deathwing, altro FPS legato al brand).

Questo il trailer ufficiale:

Da quel che possiamo vedere, Necromunda è un FPS dal ritmo feroce che promette di portarci nell’inferno dell’omonima città dell’universo di Warhammer 40,000, in cui gang spietate si fanno guerra a vicenda per il controllo dei caotici e quartieri industriali della città.

Il ritmo sembra davvero forsennato, e le mosse a nostra disposizione-corse sul muro, doppi salti, uso di rampini-sembrano voler costruire un action in prima persona in cui il movimento è tutto, un po’ come Doom Eternal.

Avremo anche a disposizione un simpatico cane cyborg, che crediamo non ci deluderà affatto in quanto a ferocia.

Warhammer 40,00, Necromunda: Hired Gun, Necromunda: Hired Gun annuncio, Warhammer 40,000 fps, Necromunda

Necromunda non è però un setting inedito: nel 1995 la città è stata protagonista di un gioco da tavolo skirmish collegato a quello di miniature, in cui potevamo guidare le gang del sottobosco cittadino (un po’ come in Mordheim, skirmish ad ambientazione Warhammer Fantasy).

Lo scorso danno, Necromunda è stato trasposto in un gdr strategico dal sottotitolo di Underhive Wars, sempre di Focus Home Interactive e sempre incentrato sulla questione gang rivali. Dal 1° giugno 2021, invece, sembra che potremo esplorare il ventre di questa città di metallo in prima persona su PlayStation 5, Xbox Series X e S, PlayStation 4, Xbox One e PC.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE Eurogamer

Articolo a cura di Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore.
Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman.
Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood).
Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play.
È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

Genshin Impact | Tutte le novità dell’aggiornamento 1.4

evo acquisita da Sony, Sony Evo, EVO championship series

Sony si è comprata uno dei più importanti tornei di picchiaduro del mondo