Breath of the Wild su Switch Pro? Ecco come sarebbe

the legend of zelda: Breath of the Wild, The Legend of Zelda, The Legend of Zelda: Breath of the Wild 4k, The Legend of Zelda: Breath of the Wild Switch pro concept, Nintendo Switch

Le voci che circolano sul rilascio da parte di Nintendo di una nuova Switch con capacità 4K hanno portato alcune persone a chiedersi come potrebbero essere i giochi dell’attuale generazione dell’azienda su device potenziati.

Anche se sembra improbabile che il ray tracing appaia presto sulle piattaforme Nintendo, un canale YouTube noto come Digital Dreams si è spinto a rilasciare un filmato di The Legend of Zelda: Breath of the Wild in esecuzione a 8K con ray tracing attivato, illuminazione migliorata e altro (si tratta, ovviamente, di un’emulazione).

Potete vedere la foresta di Korok, una delle aree più impressionanti e vive dell’intero gioco.

Anche se non si tratta ovviamente di una versione “reale”, è facile capire quanto una nuova generazione di hardware Nintendo possa avere delle potenzialità. Ci sono alcuni dettagli ambientali che potremmo non aver mai notato in precedenza, che non mancheranno di meravigliarvi anche se avete finito BoTW più volte.

Un piccolo sogno visivo, che tuttavia al momento non è altro che uno splendido concept.

the legend of zelda: Breath of the Wild, The Legend of Zelda, The Legend of Zelda: Breath of the Wild 4k, The Legend of Zelda: Breath of the Wild Switch pro concept, Nintendo Switch

Intanto, la frenesia da “Switch Pro” si alimenta con nuovi piccoli rumor e indizi.

Secondo un nuovo rapporto di Bloomberg uscito negli scorsi giorni, la società sta progettando di lanciare una nuova versione dello Switch prima della fine di marzo 2022. Non abbiamo idea di quale sia la fonte, ma il gigante dell’informazione economica U.S.A. ha affermato che la notizia proverrebbe da un insieme “fornitori di componenti, publisher e rivenditori”, secondo i quali Nintendo punterebbe su queste nuove features per mantenere alte le vendite della console Switch dopo il già impressionante risultato dell’ultimo anno.

Sarà così? Intanto, rifacciamoci gli occhi con Breath of the Wild in 4K: ne vale davvero la pena.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE Nintendo Life

Articolo a cura di Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore.
Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman.
Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood).
Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play.
È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

VIRTUAVERSE FURTO DI PROPRIETA INTELLETTUALE

Vendere l’arte altrui, gli accattoni 2.0, gli NFT e il caso sfortunato di Virtuaverse

amnesia: rebirth, Amnesia, Amnesia: rebirth vendite, Amnesia: Rebirth risultati, frictional games

Amnesia Rebirth vende 100mila copie (ma non bastano per coprire i costi)