Il sequel della storica avventura grafica Beneath a Steel Sky su console a fine anno?

Beyond a Steel Sky, Beneath a steel sky, Beyond a steel sky sequel, Beyond a steel sky avventura grafica

Microids ha annunciato il porting console di Beyond a Steel Sky, avventura grafica uscita a luglio 2020 sequel del classico DOS del 1994 Beneath a Steel Sky (per chi non lo sapesse, uno dei giochi di Charles Cecil, autore anche di Broken Sword).

Il gioco è arrivato su PC e Apple Arcade la scorsa estate, e ora si prepara a sbarcare su PS4, Xbox One e Nintendo Switch entro la fine del 2021.  

Beyond a Steel Sky, Beneath a steel sky, Beyond a steel sky sequel, Beyond a steel sky avventura grafica

“Firmare questo accordo di pubblicazione con il rinomato studio Revolution Software [storico studio di Cecil, ndr] ci delizia!” ha detto il CEO di Microids Stephane Longeard. “Siamo entusiasti di dare ai giocatori la possibilità di riscoprire il tanto atteso sequel di Beneath a Steel Sky su console immergendosi in una storia accattivante supportata da meccaniche di gioco ingegnose e una grafica splendida.”

Arrivato sul mercato circa 26 anni dopo il suo predecessore, Beyond a Steel Sky vede il protagonista Robert Foster tornare nell’incubo di Union City, situata nelle lande desertiche degli Stati Uniti post-apocalittici. Foster è tornato nella metropoli in missione per salvare un bambino rapito da un accampamento nelle vicinanze.

Chi è il rapitore? E qual è il motivo del rapimento?

Beyond a Steel Sky mescola gameplay vecchia scuola ed elementi narrativi dei classici giochi d’avventura con meccaniche al passo coi tempi.

È stato rilasciato con recensioni miste, ma principalmente positive. I critici hanno elogiato l’attenzione per la narrazione, così come la fedeltà del sequel all’universo umoristico di Steel Sky, ma sono rimasti un po’ delusi da alcuni problemi tecnici.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE Destructoid

Articolo a cura di Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore.
Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman.
Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood).
Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play.
È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

tango gameworks xbox giappone

Xbox vuole conquistare il mercato giapponese dopo l’acquisizione di Tango Gameworks

Copertina per articolo su Broken Realms: Teclis, Be'lakor e Gordrakk

Broken Realms: Teclis, Be’lakor, Excelsis e la 3a edizione?