Baldur’s Gate 3 | Presentato il Druido durante il Panel From Hell 2

Durante il Panel From Hell 2 di Larian Studios, tra le tante piccole e grandi novità annunciate durante la diretta per la Patch 4, Swen Vincke e gli ospiti presenti hanno parlato dell’introduzione del Druido, una nuova Classe di gioco tratta direttamente dal Manuale del Giocatore di D&D, stando in collegamento per tutto il tempo con una simpatica mucca che brulicava paglia e fieno.

Il boss di Larian Studios, immancabilmente vestito in armatura medievale, ha discusso con gli ospiti della diretta – anche loro vestiti a tema Costa della Spada – dei tantissimi aggiornamenti previsti nella nuova Patch 4 di Baldur’s Gate 3, ancora senza data ma in arrivo a breve. Con un simpatico siparietto, uno degli sviluppatori di Larian mascherato da Tiefling ha letto un lunghissimo changelog tra nuove meccaniche minori, agevolazioni visuali in combattimento e nei menu, un ampliamenti dei dialoghi di gioco, e un restyling totale delle luci.

Swen ha poi parlato seduto in una oscura e opulenta sala da pranzo del miglioramento del team di sviluppo in termini di efficienza e di gestione del loro tempo, in special modo per quel che riguarda il reparto Q&A per i test del gioco, ma soprattutto ha parlato dell’apertura di un nuovo studio di Larian a Guildford, cittadina fuori Londra dove si concentrano molti dei maggiori studi di sviluppo europei. La nuova succursale britannica si occuperà di molti degli aspetti di Baldur’s Gate 3 tra cui i servizi online.

Creazione di un personaggio Druido in Baldur's Gate 3

In seguito c’è stato un collegamento con Jeremy Crawford, Principal Rules Designer di Dungeons & Dragons, il famoso gioco di ruolo di Wizards of the Coast da cui la serie di Baldur’s Gate prende forma. Il designer ha introdotto brevemente la classe del Druido agli spettatori, non prima che la mucca presentata più volte in collegamento si rivelasse essere proprio un Druido di Larian con un’agile trasformazione.

Larian ha fatto vedere qualche gameplay del Druido mentre si trasforma in una tasso e combatte contro nemici, o in un ragno per scalare mura e sporgenze. Caratteristica del Druido infatti è quella di assumere una forma animale grazie alla loro profonda connessione con la natura. Nell’accesso anticipato di Baldur’s Gate 3 abbiamo già incontrato personaggi druidi, se non un intero circolo vero e proprio, ma adesso è la prima volta che il giocatore può impersonare questa classe.

Forma animale del Druido di Baldur's Gate 3

Nel gioco di ruolo di Dungeon’s & Dragons i giocatori Druidi possono trasformarsi in pressoché qualunque animale (con dei limiti temporali e tecnici). Le diverse forme animali non servono solo in combattimento, ma possono essere utili per diversi tiri abilità e per superare ostacoli di natura differente dalla semplice lotta. Per questo motivo in Baldur’s Gate 3 gli sviluppatori di Larian hanno deciso di implementare quanti più animali possibili: nel Panel From Hell si sono visti gatti, ragni, orsi bruni, orsi polari, tassi, corvi, cani, capre e tante altre creature.

Alcuni Druidi sono anche in grado di controllare il potere degli elementi e infatti sono state mostrate delle frazioni di gameplay dove i personaggi in gioco controllavano spade fiammanti e sfere di fuoco. Per il momento in gioco sono previsti due Circoli per i propri personaggi Druidi:

  • Circolo della Terra: Custodi dell’Antica Fede, i Druidi del Circolo della Terra sono collegati alle terre desolate dell’Articolo, alle coste assolate, ai deserti roventi, alle belle foreste, alle verdi praterie e alle alte montagne, alle infide paludi e perfino al vasto e ultraterreno regno dell’Underdark.
  • Circolo della Luna: Mutevoli come la Luna, questi guardiani della natura infestano le parti più profonde delle terre selvagge. La trasformazione non è un problema per la maggior parte dei Druidi, ma quelli che seguono le vie della Luna acquisiscono la capacità di trasformarsi in forme più selvagge e combattive dei soliti animali come l’orso polare.

Di seguito, il trailer che presenta la prossima Patch 4, denominata “Nature’s Power“, ossia il Potere della Natura, proprio in riferimento all’introduzione del Druido in Baldur’s Gate 3:

Swen Vincke si è poi districato in un live gameplay della nuova versione di Baldur’s Gate 3, ovviamente con un personaggio Druido nel party (in questo caso il suo personaggio principale, un Halfling). Il party si è imbarcato in una missione in una palude abitata dai Redcap, dopo aver chiacchierato con degli NPC. Naturalmente la nuova classe permette anche di avere opzioni di dialogo aggiuntive, come è stato già visto per le altre Razze e Classi nel mondo di Faerun.

In una sezione di gioco nell’accampamento del party, il Druido di Swen Vincke si è trasformato in un cane per poter parlare con un altro cane adottato durante la partita. In questa maniera è riuscito a sviluppare la linea di trama collegata all’animale, per il momento accessibile solamente tramite l’incantesimo Speak With Animals.

Swen si è poi cimentato in un’impresa: entrare in un dungeon pericoloso unicamente con il proprio Druido, avvalendosi solo delle sue capacità e delle sue trasformazioni (non prima di averle dato una serie di protezioni magiche grazie al suo Chierico): il personaggio si è trasformato per esempio in un gatto per sfruttare la sua alta statistica di Furtività e alla possibilità di compiere agili scalate, evitando in questa maniera di incappare nella visuale dei nemici.

Durante il gameplay sono state fatte vedere anche alcune delle novità minori della nuova patch, come le nuove cinematiche e i miglioramenti di alcune meccaniche come Speak With Deads, un potente incantesimo che consente di chiedere poche domande cruciali a NPC morti.

Non sappiamo ancora quando verrà rilasciata la Patch 4 né quando potremo finalmente provare a giocare con un personaggio Druido, ma Larian fa sapere che arriverà molto presto.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE Panel From Hell

Articolo a cura di Alessandro Colantonio

Game designer in erba e chitarrista a tempo perso. Nasce all'ombra del Vesuvio nel 1991, muove i suoi primi passi nel mondo dei videogiochi su un Windows 95 all'età di 5 anni, e diventa presto un Allenatore di Pokémon.

Bazzica tra radio web e band durante i suoi studi universitari tra Napoli, Roma e Milano, per diventare un mittente di mail professionista per annunci di lavoro che non avranno mai risposta.

Prima di approdare a Player.it si è distinto nella fan-community di Pokémon Millennium diventandone rapidamente editorial supervisor e simultaneamente PR, garantendo alla redazione del portale un flusso costante di videogiochi per Nintendo Switch da recensire.

I suoi generi preferiti sono i gestionali, gli strategici, i tattici e i GDR. Tuttavia, essendo un accumulatore seriale di videogiochi, cerca sempre di giocare ogni titolo che gli capita sotto mano.

Ha una perversione per le pratiche fandom, i cani e la birra artigianale. Adora D&D, va in ira e carica.

Nami di One Piece

One Piece: l’abbondante cosplay di Nami fa centro nel cuore dei fan

Gli animali di No Man’s Sky diventano Pokémon nel Companions Update