Il padre di Silent Hill è pronto a regalarci un nuovo orrore

nuovo gioco horror di Toyama

La cancellazione di Silent Hills ha messo il nome di Kojima sulla bocca di tutti gli appassionati della serie horror, ma, come è ben risaputo, la saga made in Konami è legata a un altro grande personaggio dell’industria dei videogiochi: Keiichiro Toyama.

Se Silent Hill sembra essere stato messo in stand-by (gli insider dicono che il suo ritorno non è una probabilità, ma praticamente una certezza), il Toyama genio dell’horror (ha creato anche Forbidden Siren) che fine ha fatto? Ebbene, è lo stesso designer giapponese a rompere il silenzio annunciando di essere al lavoro proprio su un nuovo horror.

Qui di seguito, potete vedere una gallery con alcuni concept del nuovo progetto di Toyama. Niente di ben definito, tuttavia è possibile già avere un assaggio dell’orrore che il creatore di Silent Hill vuole offrire agli appassionati.

Il reveal è arrivato in un’intervista promozionale pubblicata sul canale YouTube di Bokeh Game Studio, il team che sta sviluppando il gioco. Si tratta di uno sviluppatore indie che evidentemente non ha il budget di Konami, ma la mente creativa di Toyama non si fa certo spaventare da un “ostacolo” di questo tipo, promettendo un titolo di grande impatto.

A quanto pare, il prossimo horror di Toyama scatenerà il panico soprattutto in chi non ama molto insetti e simili, i mostri sembrano ispirarsi a quel mondo, per l’appunto. Un’immagine, ad esempio, mostra un mostro scheletrico simile a un insetto che fuoriesce da un cadavere, altri sembrano essere ispirati a scorpioni, mentre uno di questi ci ha ricordato il centauro di Fallout.

Interessante notare l’immagine che, forse, “leaka” il protagonista o, comunque, suggerisce un approccio action del gioco. Il personaggio, infatti, è armato di spada. Toyama ha parlato delle sue fonti d’ispirazione e ha citato particolarmente i fumetti.

Leggo spesso i fumetti come forma di intrattenimento. Queste opere tendono ad aggiungere azione a mondi brutali, quindi ho adottato questo approccio. La visione che ho dell’orrore è la vita quotidiana che viene scossa. Piuttosto che mostrare cose spaventose, dovrebbe mettere in discussione la nostra posizione e farci dubitare del fatto che stiamo vivendo pacificamente.

Parlando di altri elementi che Bokeh Game Studio sta cercando di includere nel suo primo gioco, Toyama ha insistito sulla voglia di implementare meccaniche più frenetiche in un contesto story-driven.

Sto tornando alle mie radici, verso l’horror. Tuttavia, piuttosto che qualcosa di profondamente radicato nell’horror, voglio aggiungere una nota d’azione. Pur mantenendo gli elementi dell’horror, voglio che i giocatori si sentano euforici durante il gioco.

Di questo nuovo progetto non sappiamo purtroppo molto altro, né il titolo né una finestra di lancio.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE IGN

Articolo a cura di Michele Longobardi

Laureato in Lettere moderne, scopro la passione per il giornalismo quasi per caso. I videogiochi sono il mio più grande amore e così decido di coniugare le due cose. Il giornalismo videoludico diventa la mia forma finale.

Per me i videogiochi sono una forma d'arte e guai a dirmi il contrario.

Appassionato di tutto ciò da cui sgorga sangue: cinema horror (registi preferiti Argento e Romero), letteratura gialla e dell'orrore (autori preferiti Christie, Poe e Lovecraft) e ovviamente i videogiochi del genere (Silent Hill e Resident Evil sopra ogni cosa).

Il mio videogioco preferito di sempre è Fahrenheit che ho finito un numero non precisato di volte, da lì scaturisce la mia ammirazione per tutti i lavori di David Cage.

La mia "carriera" videoludica è segnata da un marchio da cui non sono mai riuscito a staccarmi: PlayStation! In circa 20 anni di gaming, ho completato più di 600 titoli.

Guilty Gear Strive Giovanna

Guilty Gear Strive: software house rilascia video tutorial per imparare a giocare

lady dimitrescu re8 village

Lasciatevi succhiare il sangue da Hane_ame in questo cosplay della vampira di Resident Evil: Village