Hitman 3, streamer si inventa un vino a base di “sangue umano”

hitman 3 streamer npc torchio uva vino

Avete presente un gigante torchio per l’uva? L’oggetto che si trova all’interno del livello Mendoza, in Hitman 3, è stato riempito, da un videogiocatore, di NPC.

Hitman 3: un videogiocatore ha messo tutti gli NPC in un torchio per l’uva

Non è la prima volta che la serie di Hitman, considerata la grande libertà di azione, diventa famosa per le stranezze fatte dalla community di videogiocatori.

Teallen96, l’autore del folle gesto, aveva probabilmente tempo da perdere. Stordire e “ammassare” tutti i personaggi all’interno del livello all’interno del torchio ha richiesto ben 10 ore di gioco. Qui il video dedicato.

Non è un caso isolato: Anche un altro videogiocatore si è divertito ad inserire tutti gli NPC del livello Sapienza – cittadina fittizia dello stage ambientato in Italia – in una cella frigorifera.

Se c’è chi impiega 10 ore per far fuori tutti gli NPC di un livello, gli speedrunner impiegano addirittura secondi pur di finire un livello di Hitman, come descritto qui.

Hitman 3 è disponibile su PS4, Xbox One, PS5, Xbox Series S|X, Google Stadia e PC. Qui la nostra recensione.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Pia Colucci

Barese born & raised, sono nata a pane e videogiochi. Il mio battesimo è stata l'Amiga 500 di mia sorella, con l'arrivo di Playstation non ho mai più lasciato il joypad.

Sono una psicologa e mi occupo di divulgazione in materia di psicologia, videogiochi e digital media. Non ho molte passioni a parte i gatti rossi, le birre e il Giappone.

I miei videogiochi preferiti? Sicuramente troppi, ma spero sempre in un remake di Xenogears. Lo ribadisco almeno una volta all'anno e su qualsiasi mia bio presente in rete.

Bloodborne, bloodborne 60 fps, bloodborne from software, bloodborne playstation 5, bloodborne ps5

Il sogno si realizza: ecco Bloodborne a 60 fps

The Last of us 2 il finale segreto

Il finale di The Last of Us 2, ecco il dettaglio che non hai notato