In Gotham Knights non saremo mai soli

gotham knights, gotham knights modalità cooperativa, gotham knights gameplay

Secondo WB Games Montreal, Gotham Knights, nuovo episodio del franchise Arkham (o meglio sua nuova incarnazione), avrà un sistema di combattimento completamente ridisegnato sulla modalità cooperativa, pur non perdendo i tratti fondamentali della serie originale.

gotham knights, gotham knights modalità cooperativa, gotham knights gameplay

Stando a Fleur Marty, produttore del gioco, ciò non significa che il gameplay del franchise verrà stravolto, ma che durante le partite peserà la necessità di coordinarci con altri giocatori del nostro team, connessi online. Il gioco sarà basato sull’iconica squadra di difensori di Gotham formata da Batgirl, Robin Nightwing e Cappuccio Rosso, che dopo gli eventi di Arkham Knight hanno raccolto lo scettro di difensori della città da Batman.

I giocatori dovranno quindi collaborare in una serie di spettacolari azioni da svolgere in coppia, una caratteristica propria dell’universo narrativo di Batman, secondo il direttore creativo di Gotham Knights, Patrick Redding.

gotham knights, gotham knights modalità cooperativa, gotham knights gameplay

Anche se si gioca da soli, tuttavia, i giocatori saranno felici di sapere che la progressione della storia sarà condivisa tra tutti i personaggi, in modo da poter passare a qualsiasi eroe senza paura di essere sotto-livello.

“Poiché la progressione della storia è condivisa tra tutti i personaggi, ha anche senso non dover li livellare da zero ogni volta che si vuole passare al livello successivo. Rimane anche molto coerente in termini di narrazione“, ha detto Marty. “Dato che gli altri membri della famiglia Batman sono sempre presenti in qualche modo sullo sfondo, essi non rimarranno inattivi mentre tu sei intento combattere il crimine o a svelare un mistero. Quindi ha senso che anche loro stiano progredendo e diventando più forti“.

gotham knights, gotham knights modalità cooperativa, gotham knights gameplay

Gotham Knights uscirà su PlayStation 5, PlayStation 4, Xbox Series X/S, Xbox One e PC nel 2021.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE IGN

Articolo a cura di Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore.
Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman.
Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood).
Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play.
È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

the last of us pixel art fanart

The Last of Us: la versione in pixel art è adorabile

hitman bug valigetta

Hitman: le celebri uccisioni con la valigetta nascono da un bug