Ecco Mario 64: Breath of the Wild

Se siete fan Nintendo e siete saturi delle vostre esperienze con le innumerevoli iterazioni di Mario o Zelda, perché non unire il tutto in un unico gioco? È così che un modder di The Legend of Zelda: Breath of the Wild ha deciso di importare in gioco un po’ di Super Mario 64.

La mod ancora non è stata pubblicata, ma il suo creatore, Waikuteru, tra i più famosi nella community di modder di BotW, ha già condiviso un po’ dei contenuti nel video sovrastante. La mod è chiamata “Throwback Expansion DLC” e al suo interno non è solo presente un livello di gioco, ma anche una storia, musiche che riprendono il mood di Mario 64 e delle missioni da portare a termine, come la ricerca delle monete rosse.

Il livello mostrato nel video è la Fortezza di Womp, roccaforte degli Womp e del loro sovrano, seconda area di Super Mario 64 accessibile tramite uno dei dipinti nel Castello della Principessa Peach. Il tutto dovrebbe essere disponibile intorno al 25 dicembre, giorno di Natale. Sembra anche che ci siano delle missioni selezionabili da un menu.

La mod potrebbe essere un’alternativa divertente in attesa del sequel di Breath of the Wild, soprattutto se avete già giocato il prequel Hyrule Warriors: L’era della calamità, anche se si tratterà di cercare la Principessa Zelda e non Peach, e di abbattere i comuni Grublin invece dei Womp di Mario 64.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE Destructoid

Articolo a cura di Alessandro Colantonio

Game designer in erba e chitarrista a tempo perso. Nasce all'ombra del Vesuvio nel 1991, muove i suoi primi passi nel mondo dei videogiochi su un Windows 95 all'età di 5 anni, e diventa presto un Allenatore di Pokémon.

Bazzica tra radio web e band durante i suoi studi universitari tra Napoli, Roma e Milano, per diventare un mittente di mail professionista per annunci di lavoro che non avranno mai risposta.

Prima di approdare a Player.it si è distinto nella fan-community di Pokémon Millennium diventandone rapidamente editorial supervisor e simultaneamente PR, garantendo alla redazione del portale un flusso costante di videogiochi per Nintendo Switch da recensire.

I suoi generi preferiti sono i gestionali, gli strategici, i tattici e i GDR. Tuttavia, essendo un accumulatore seriale di videogiochi, cerca sempre di giocare ogni titolo che gli capita sotto mano.

Ha una perversione per le pratiche fandom, i cani e la birra artigianale. Adora D&D, va in ira e carica.

Electronic Arts compra Codemasters, battuta Take-Two

Microsoft ti dà la possibilità di sviluppare il videogioco ufficiale di Space Jam