Omori, l’indie creato dall’artista Omocat, è in arrivo

Risale al 2014 l’annuncio dello sviluppo di Omori, indie horror game isometrico concepito dall’artista asiatico-americano Omocat. Ora i lavori sono vicini alla conclusione: stamattina, con un trailer ufficiale, è stata annunciata la data di rilascio, fissata al 25 dicembre. Ecco cosa ci aspetta questo Natale.

Sogni e incubi: il trailer di Omori è senz’altro perturbante.

Omocat è una disegnatrice, grafica e illustratrice. I suoi lavori si applicano a capi di abbigliamento, strisce a fumetti e marchi industriali, e la sua arte è imbevuta di suggestioni provenienti dalla cultura pop giapponese. Sarà anche questo ad averle suscitato l’ambizione di realizzare un gioco in RPG Maker, riunendo una piccola squadra di artisti, tecnici e programmatori. Ma in cosa consiste questo titolo?

A prima vista si direbbe essere un RPG a visuale isometrica caratterizzato da una visione artistica molto originale che mescola stile anime ad atmosfere onirico/fiabesche. Non mancano però dei risvolti inquietanti, com’è evidente da finale del trailer soprastante.

Una concept art del gioco dal sito ufficiale. Poco rassicurante.

Riguardo il concept di Omori, si può leggere qualche riga di descrizione dal sito ufficiale:

Benvenuto nel WHITE SPACE. Il tuo nome è Omori, e hai sempre vissuto al suo interno per quanto riesci a ricordare. Tutto è completamente bianco e non ci sono muri attorno a te. Un bulbo di luce nera pende dal soffitto… ovunque esso sia. Il pavimento è sempre freddo, anche se ciò non ti infastidisce. Possiedi un gessetto, un laptop, un gatto, uno sketchbook e una scatola di fazzoletti. Hai tutto ciò che ti serve. Ogni tanto compare una porta bianca. Attraversala, e ti ritroverai in un mondo perfetto. Un mondo pieno di personaggi colorati, infinite avventure… e soprattutto, dei tuoi amici. Un tempo questa porta appariva solo in alcuni giorni… ora pare sia sempre lì. Da qualche parte nella tua mente conservi il sentore che non sia sempre stato così. Non hai vissuto sempre nel WHITE SPACE. La verità è che… la tua storia è già finita. Devi solamente ricordartela.

Una premessa narrativa che, senza fare spoiler, suggerisce qualche affinità rispetto a quella di The Binding of Isaac, sebbene la dinamica di gioco sia del tutto diversa, così come presumibilmente lo saranno gli sviluppi narrativi. Non ci sono notizie in merito alle piattaforme di pubblicazione, il che ci permette di ipotizzare un lancio esclusivo su PC. Non resta che attendere il rilascio di ulteriori informazioni in merito. Vi terremo aggiornati.

Se siete più interessati ai titoli tripla A, potrà farvi piacere sapere che è stato confermato il cross-save di Cyberpunk 2077!

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE resetera

Articolo a cura di Alessandro Giovannini

videomaker, gamer, nerd, INTJ-A.

Cinema e videogiochi: le mie due più grandi passioni. Da bambino mi alzavo presto la mattina per giocare con il Sega Mega Drive II prima di andare a scuola; passavo i pomeriggi a guardare Terminator 2 fino a consumare il nastro della VHS; impiegavo le serate a cimentarmi nelle avventure grafiche di Lucas Arts su un glorioso PC con Windows 95 in compagnia di mio fratello.
Poi sono venuti gli studi e la laurea in cinema oltre al lavoro, in tv prima e come videomaker freelance poi, nonché le esperienze di redattore e inviato stampa presso siti di informazione cinematografica. In tutto ciò non ho mai abbandonato il gaming, che ho combinato con la mia passione per la scrittura ed il mio approccio analitico, prima sulle pagine di Spaziogames e ora qui su Player.
A tarda notte streammo sul mio sfigatissimo canale Twitch e nel resto del tempo mi struggo al pensiero di tutto il backlog che non riuscirò mai a recuperare :)

Primo videogioco: The Adventures of Captain Comic (DOS)
Videogioco preferito: Final Fantasy VII
Piattaforme di gioco possedute: Super Nintendo, Game Boy Color, Mega Drive II, PSX, PS2, PS3, PS4, PC.

world of warcraft endgame

World of Warcraft: Shadowlands | Guida all’endgame (Lv60)

Ps5, il DualSense è afflitto da un vecchio problema mai risolto