HOME » news

THQ Nordic acquisisce 13 nuove aziende tra cui gli italiani 34BigThings

L’azienda madre di THQ Nordic, Embracer Group, si sta espandendo di nuovo, sempre rapidamente e in maniera inarrestabile. Sotto la sua ala protettrice sono appena spuntate 13 nuove aziende, tra cui 11 studi di sviluppo, una società di pubbliche relazioni e un’azienda specializzata nel controllo qualità. Tra le nuove aziende è presente anche lo studio torinese di 34BigThings.

In questo pazzo 2020 l’Embracer Group di THQ Nordic ha portato il suo totale di studi di sviluppo posseduti da 49 developer a 118: significa che 69 studi sono stati tutti acquisiti quest’anno. a

Tra gli studi acquisiti figurano Flying Wild Hog, studio polacco al momento al lavoro su Shadow Warrior 3, Snapshot Games, autori di Phoenix Point, gli ungheresi di Zen Point (Operencia: The Stolen Sun), Purple Lamp Studios, developer austriaco dietro remake di SpongeBob SquarePants: Battle for Bikini Bottom, gli argentini Nimble Giant Entertainment (Quantum League) e gli italiani 34BigThings, i torinesi che hanno creato giochi come Redout e Super Inefficent Golf.

Si uniscono alla comitiva anche Coffee Stain North, A Thinking Ape Entertainment, Mad Head Games, IUGO Mobile Entertainment e Silent Game. THQ ed Embracer hanno anche messo le mani su Sandbox Strategies, azienda di PR, e Quantic Lab, compagnia specializzata nel controllo qualità dei software.

Le mire espansionistiche di THQ Nordic riusciranno a conifgurare l’Embracer Group come una major del circuito dei videogiochi nel prossimo futuro? Ancora non sappiamo dove porterà questa espansione. Ciò che è certo è che vedremo un aumento di videogiochi sotto l’etichetta dell’Embracer Group.

FONTE Bloomberg
marketing sony ps5

Sony continua la campagna di marketing di PS5 in modo… strano

Football Manager 2021 Xbox Edition, c’è la data