I giocatori di Baldur’s Gate III “sono tutti ingrifati”

Il tanto atteso Baldur’s Gate III è uscito in accesso anticipato lo scorso mese, e vi abbiamo già illustrato le nostre prime impressioni assieme a una nostra avventura tragicomica. Nel frattempo gli studi di Larian stanno continuando lo sviluppo del gioco che verrà aggiornato man mano, intervallando ogni fix e ogni patch con qualche racconto via blog o via interviste delle statistiche e delle performance dei giocatori. Incluse le esperienze romantiche.

Il sistema di interazione romantica di Baldur’s Gate III è abbastanza complesso nonostante il gioco sia ancora in early access. Al gioco, dato lo stato di sviluppo, manca un po’ qualcosa dal lato tecnico (animazioni rigide o mancanti, blocchi e bug vari), mentre per quanto riguarda i contenuti ci troviamo davanti a un mondo vivo, interattivo e responsivo nonostante sia solamente un pezzo dell’intera campagna di gioco.

In questo contesto si inserisce un sistema romantico davvero dettagliato, al punto che Swen Vincke, fondatore di Larian Studios, ha descritto in poche esatte parole l’intera community dei giocatori di Baldur’s Gate III in un’intervista con i colleghi di IGN:

sono tutti ingrifati, te lo dico io

Stando a quanto dichiarato da Swen in veste di guardone delle statistiche dei giocatori, ci sono stati davvero tanti utenti che hanno avuto una storia d’amore con la drow Minthara, un personaggio che, senza fare troppi spoiler, è davvero molto malvagio. Insomma, i giocatori non si sono fatti nemmeno uno scrupolo morale per sedurre l’elfa oscura e avere almeno una notte di passione con lei.

Romanticismo in Baldur's Gate 3

La possibilità di scegliere opzioni malvagie in giochi con una forte componente ruolistica o narrativa non sono una novità né nel mondo dei videogiochi, né nel franchise di Baldur’s Gate, ma Swen ha rivelato nell’intervista che gli sceneggiatori, alcune scelte non avrebbero voluto metterle per la troppa crudeltà.

Gli scrittori hanno questa tendenza a essere buoni e a non includere opzioni malvagie. In realtà abbiamo dovuto forzarli a esaminare tutto e a mettere più opzioni contrastanti in modo che ci mettessero dentro un po’ di malvagità. Perché ci sia una scelta, bisogna avere la capacità di fare del bene e del male, e le cose che stanno in mezzo, e i casi limite, e altra roba del genere.

Vincke ha fatto anche notare che in realtà per ora in gioco non ci sono ancora personaggi totalmente buoni, ma solo neutrali o malvagi che potrebbero essere spinti dal giocatore a tendere più verso il bene o il male. La promessa è che in futuro vengano aggiunti anche personaggi buoni. Per essere bombati dai giocatori, ovviamente.

Baldur’s Gate III per il momento è disponibile solo in accesso anticipato su PC da Steam e da Stadia.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Alessandro Colantonio

Game designer in erba e chitarrista a tempo perso. Nasce all'ombra del Vesuvio nel 1991, muove i suoi primi passi nel mondo dei videogiochi su un Windows 95 all'età di 5 anni, e diventa presto un Allenatore di Pokémon.

Bazzica tra radio web e band durante i suoi studi universitari tra Napoli, Roma e Milano, per diventare un mittente di mail professionista per annunci di lavoro che non avranno mai risposta. Oltre a prestare le sue dita a Player.it scrive news e guide all'acquisto per Tom's Hardware, ed è PR nella fan-community di Pokémon Millennium.

I suoi generi preferiti sono i gestionali, gli strategici, i tattici e i GDR. Ma essendo un accumulatore seriale di videogiochi, cerca sempre di giocare ogni titolo che gli capita sotto mano.

Ha una perversione per le pratiche fandom, i cani e la birra artigianale. Adora D&D, va in ira e carica.

Epic Games regala gli asset di What Remains of Edith Finch

fortnite nexus war

Fortnite guida alle sfide passione PE settimana 2