EA è stata citata in giudizio in Canada per le loot box

EA Games, Loot box, EA NHL Games causa loot box Canada, EA Madden NFL, EA

Electronic Arts di nuovo al centro di guai giudiziari per la questione loot box dopo un caso avvenuto in California ad agosto (dalla quale è uscita perdente), e stavolta il problema riguarda una class action intentata contro il colosso in Canada.

La causa è stata avviata da due persone che si sono identificate come clienti EA acquirenti di Madden NFL e del brand NHL che avrebbero acquistato loot box in game, ma ha l’obiettivo è presto diventato quello di riunire tutti coloro che ne abbiano mai acquistate fin dal 2008.

Una class action che, in caso di successo, potrebbe portare EA a risarcire davvero molti clienti.

Al momento il Canada non ha una legge che regoli la politica loot box, dunque la class action si basa sulle normative relative al gioco d’azzardo. Tuttavia, sembra i legali responsabili della causa civile si baseranno anche su numerosi casi analoghi che hanno avuto luogo nei Paesi Bassi, in Belgio e in Gran Bretagna, paesi che hanno leggi apposite.

Un eventuale risultato positivo della causa potrebbe tuttavia spingere anche il governo canadese a introdurre nuove leggi pensate per questi casi.

Potremmo presto ritrovarci davanti a una nuova valanga di azioni legali e civili verso la major?

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE Gamespot

Articolo a cura di Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore.
Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman.
Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood).
Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play.
È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

ghost of tsushima aggiornamento new game+ cane companion

Sucker Punch, un sequel di Ghost of Tsushima è in lavorazione?

Amazon ha già iniziato a inviare gli inviti per l’accesso anticipato a Luna