HOME » news

I Trofei di PlayStation stanno per cambiare: ecco come

PlayStation, nuovi trofei PlayStation, trofei PlayStation, nuova classificazione trofei PS, PlayStation 5

Cambio di gen, cambio di console e, a quanto pare, anche cambio di classificazione dei trofei per PlayStation: Sony ha infatti annunciato a partire da oggi il sistema di progressione del giocatore all’interno dell’ecosistema di gaming Sony subirà qualche variazione.

E’ stato la stessa azienda ad annunciarlo attraverso PlayStation Blog: a partire da oggi, col prossimo aggiornamento, i trofei non andranno più da 1 a 100, come da anni a questa parte, ma da 1 a 999.

Questo vuol dire che, in caso siate di livello 12, presto passerete direttamente al livello 202, o giù di lì. Il passaggio sarà automatico, quindi tranquilli, non correrete il rischio di perdere qualcosa per strada.

All’interno del nuovo sistema, il livello dipenderà dal numero dei trofei guadagnati e dal loro tipo, in modo da offrire una classificazione più precisa.

PlayStation, nuovi trofei PlayStation, trofei PlayStation, nuova classificazione trofei PS, PlayStation 5

L’obiettivo del nuovo sistema è secondo Sony quello di offrire al giocatore un’esperienza più appagante e gratificante, in modo particolare per quel che riguarda il valore dato ai trofei di Platino.

In generale, questa sarà la nuova classificazione, con tanto di nuovo design delle icone:

PlayStation, nuovi trofei PlayStation, trofei PlayStation, nuova classificazione trofei PS, PlayStation 5

In generale, assicura PlayStation, il giocatore potrà monitorare più da vicino i suoi risultati e tenerne traccia, una caratteristica che sarà implementata al meglio su PlayStation 5.

Cosa pensate di questa piccola rivoluzione? Credete che servirà a rendere le vostre partite più divertenti?

FONTE Gamespot

Articolo a cura di Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore.
Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman.
Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood).
Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play.
È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

Prezzi dei giochi in rialzo? Per Microsoft è “questione complessa”

Genshina Impact: guida per aumentare la resistenza

Genshin Impact | Come aumentare la Stamina (Resistenza)