La remastered di Marvel’s Spider-Man non permetterà di importare i salvataggi PS4

Marvel's Spider-Man, Marvel's Spider-Man Remastered, Insomniac Games, PlayStation Studios

Come già noto dallo showcase della scorsa settimana Marvel’s Spider-Man, una delle esclusive Sony più giovani, si prepara a sbarcare su PlayStation 5 in una versione remastered, e nelle scorse ore Insomniac ha dato qualche informazione in più sulla natura del progetto.

Stando a una serie di tweet diffusi nelle ultime ore, è confermata l’intenzione del publisher e del developer di trattare il gioco come un titolo a sé stante piuttosto che come un pacchetto update per il titolo del 2018.

Marvel's Spider-Man, Marvel's Spider-Man Remastered, Insomniac Games, PlayStation Studios

In particolare, a finire sotto la lente di ingrandimento c’è il fatto che i possessori di questa versione PS5 non saranno in grado di importare i salvataggi della propria edizione PS4, fatto che fa della remastered una vera e propria “nuova edizione” del gioco originale.

Un fatto che tuttavia non dovrebbe sorprendere pienamente data dalle differenze di architettura fra le due console.

La cosa fa dunque di Marvel’s Spider-Man Remastered un esponente di quella ormai consolidata “tradizione” di giochi che sopravviveranno alla generazione corrente all’interno di nuove edizioni, una tradizione di cui fanno parte titoli più di peso come The Witcher 3 e GTA V.

D’altro canto, Insomniac ha anche confermato che Marvel’s Spider-Man Remastered non avrà una sua edizione fisica autonoma, ma sarà disponibile soltanto in digitale o in bundle con Spider-Man: Miles Morales, fatto che sembra sottolineare più che altro come la nuova edizione abbia come obiettivo tutt’al più di dare un saggio delle potenzialità grafiche della nuova gen.

Marvel's Spider-Man, Marvel's Spider-Man Remastered, Insomniac Games, PlayStation Studios

Cosa pensate di questa nuova strategia?

La linea cross-gen adottata da Sony porterà nuova linfa a un classico di fine gen come Marvel’s Spider-Man, magari dando piena espressione al suo potenziale?

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE The Verge DualShockers

Articolo a cura di Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore.
Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman.
Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood).
Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play.
È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

The Elder Scrolls VI e Starfield sono in sviluppo su una nuova versione del Bethesda Engine

Quantum Error non è più un’esclusiva PS5: arrivo su Series X confermato