Il free-to-play The Witcher: Monster Slayer annunciato per iOS e Android

in arrivo il free to play ambientato nel mondo di The Witcher disponibile su iOS e Android

E’ stato appena annunciato per iOS e Android il nuovo gioco di ruolo free-to-play ambientato nel mondo di The Witcher.

The Witcher: Monster Slayer sarà il nuovo titolo mobile, completamente gratuito, ambientato nel mondo dello strigo. Sarà un gioco in realtà aumentata basato sulla geolocalizzazione – proprio come il fortunato Pokémon Go di Niantic – per le piattaforme iOS e Android.

Ad opera di Spokko, studio che si occupa di mobile games, azienda sussidiaria della software house CD Projekt Red che, come vi ricordo, ha curato tutte le opere di The Witcher e attualmente al lavoro su Cyberpunk 2077, questo inedito titolo si svolge prima degli eventi di The Witcher.

I mostri sono ormai una piaga che affligge il mondo, dalle Skellige al Velen, e il lavoro di “witcher” è diventato, ora più che mai, fondamentale.
The Witcher: Monster Slayer ci rende diretti protagonisti e il nostro compito sarà quello di eliminare i mostri presenti sulla mappa con la spada d’argento e Segni (incantesimi che il witcher apprende grazie a concentrazione e mirati movimenti con le dita), creare decotti, bombe ed esche. Grazie agli NPC possiamo accettare contratti e ottenere oggetti preziosi per le nostre battaglie. Qui, il gameplay trailer ufficiale:

La struttura di gioco ci invita ad esplorare il mondo intorno a noi, sfruttando l’ora del giorno e le condizioni meteorologiche presenti in tempo reale. Oltre ai contratti, saranno presenti delle missioni basate sulla trama che ci porteranno ad esplorare il mondo circostante e diventare veri cacciatori di mostri! Insomma, un The Witcher in salsa Pokémon Go, cosa volere di più?

The Witcher: Monster Slayer arriverà presto su iOS e Android, rimanete in attesa di ulteriori aggiornamenti a riguardo!

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Pia Colucci

Barese born & raised, sono nata a pane e videogiochi. Il mio battesimo è stata l'Amiga 500 di mia sorella, con l'arrivo di Playstation non ho mai più lasciato il joypad.

Sono una psicologa e mi occupo di divulgazione in materia di psicologia, videogiochi e digital media. Non ho molte passioni a parte i gatti rossi, le birre e il Giappone.

I miei videogiochi preferiti? Sicuramente troppi, ma spero sempre in un remake di Xenogears. Lo ribadisco almeno una volta all'anno e su qualsiasi mia bio presente in rete.

videogiochi indiani per promuovere la cultura del paese

Il primo ministro indiano vorrebbe più videogiochi sul folklore dell’India

wow shadowlands su console

World of Warcraft Shadowlands | In arrivo un nuovo libro dedicato alla lore