The Last of Us Parte II avrebbe dovuto avere un finale più pessimista

The last of us Parte II, The last of us, Naughty Dog, Ellie, The Last of Us Parte II finale originale, The Last of Us Parte II finale alternativo

La conclusione di The Last of Us Parte II ha lasciato sconvolti e rattristati molti giocatori e creato una certa discussione in merito a esso, ma stando alle parole di Neil Druckmann e Halley Gross (responsabile della narrativa assieme al director) i piani iniziali sulla conclusione di questo atteso gioco erano diversi.

Stando a un’intervista delle ultime ore, infatti, il finale di The Last of Us Parte II sarebbe dovuto essere molto più pessimista.

Attenzione: spoiler

La differenza sta tutta in una decisione di Ellie: sembra infatti che in principio la protagonista scegliesse di uccidere comunque Abby portando a termine la sua vendetta, ma al contempo precipitando sempre più nella sua spirale di follia e cupezza.

Tuttavia, alla fine non è andata così. Halley Gross ha infatti spiegato come il team creativo abbia voluto far riemergere la parte umana di Ellie, la parte legata ai bei ricordi che ha di Joel e agli insegnamenti che ha tentato di impartirgli.

The last of us Parte II, The last of us, Naughty Dog, Abby, The Last of Us Parte II finale originale, The Last of Us Parte II finale alternativo

La decisione è partita da un altro elemento di trama, ovvero la sopravvivenza del personaggio di Lev, il ragazzo appartenente alle Iene che segue Abby nella seconda parte dell’avventura e diventa una sorta di “ancora” della ragazza alla sua umanità (esattamente come Ellie rappresenta l’ancora di umanità di Joel durante il primo episodio della serie, nda). A quel punto, spiega Druckmann, alla produzione è sembrato più coerente dare una conclusione diversa alle vicende di entrambe le protagoniste del gioco, mettendo in luce ciò che c’era ancora di “puro” in Ellie.

Cossa ne pensate? Credete sia stato il finale giusto o avreste preferito un esito diverso?

In ogni caso, vi consigliamo di dare un’occhiata alla recensione a cura di Claudio Albero (che trovate qui) e al nostro speciale sull’analisi narrativa di The Last of Us Parte II (che trovate a questo link).

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE Gamespot

Articolo a cura di Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore.
Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman.
Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood).
Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play.
È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

Microsoft Flight Simulator 2020, Microsoft Flight SImulator, Microsoft, Microsoft Flight Simulator 10 dvd

Il nuovo Microsoft Flight Simulator avrà un’edizione fisica da ben 10 dvd

Call of duty, activision, the red door, nuovo Call of Duty, Call of Duty The Red Door

Il nuovo Call of Duty potrebbe essere già su Microsoft Store (sotto falso nome)