Batman Arkham: i nuovi giochi potrebbero essere presentati ad agosto

Batman, Batman Arkham, Batman: Arkham, Rocksteady, Warner Bros. Montreal

La storia del franchise di Batman: Arkham non è come sappiamo semplice da raccontare: fra leak, misteriose messe in vendita della Warner Interactive e annunci mezzi sussurrati ma mai concretizzati, il buon Cavaliere Oscuro sembra essere caduto nel dimenticatoio. Almeno fino a oggi: nelle scorse ore, alcuni leakers hanno individuato una serie di domini web legati a Batman e al suo universo che sembrano confermare l’ipotesi dello sviluppo di alcuni titoli.

I dominio in questione, registrati dalla compagnia MarkMonitor, sono GothamKnightsGame.com, SuicideSquadGame.com e SuicideSquadKillTheJusticeLeague.com.

Stando ai rumor delle scorse settimane, nel primo caso avremmo il dominio dedicato a un progetto portato avanti da WB Games Montreal in questi anni ma sparito dai radar (di fatto, un “soft-reboot” di Batman: Arkham), mentre i due domini su Suicide Squad riguarderebbero due titoli (uno provvisorio e uno definitivo) del nuovo progetto Rocksteady, il team padre dei titoli principali della serie Arkham.

Batman, Batman Arkham, Batman: Arkham, Rocksteady, Warner Bros. Montreal

Che finalmente la situazione si stia per sbloccare, in qualche modo? Le fonti sulla registrazione sembrano certe e attendibili. Inoltre, all’orizzonte c’è un evento che sembra perfetto per la presentazione dei due progetti, ovvero il DC FanDome, dedicato agli appassionati dell’universo fumettistico DC Comics e previsto per il 22 agosto.

Adesso dobbiamo solo sperare che le voci su problemi all’interno della divisione gaming di Warner Bros. siano stati ingigantiti o che, meglio ancora, non abbiano coinvolto la gestazione dei Batman.

Incrociamo le dita…

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE Eurogamer

Articolo a cura di Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore.
Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman.
Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood).
Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play.
È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

Call of Duty stagione 4, Call of Duty Modern Warfare, Call of Duty Warzone, Call of Duty Warzone stagione 4, Call of Duty Modern Warfare stagione 4, Infinity Ward

Call of Duty: Warzone: qualcuno ha vinto un match usando solo i bastoni da Kali

Crash Bandicoot 4: It's about time, Crash Bandicoot, Activision

Crash Bandicoot 4: It’s About Time: tutti i dettagli [in aggiornamento]