Warner Bros Interactive in vendita? Spunta un report

    Batman: Arkham Knight, Warner Bros. Interactive, Warner Bros.

    Warner Bros Interactive, la vasta divisione del gigante dell’intrattenimento U.S.A. responsabile delle versioni videoludiche di marchi come Batman, Harry Potter e Il Signore degli Anelli (per non parlare di Mortal Kombat), potrebbe essere venduta a un’altra major dell’intrattenimento videoludico.

    La notizia è emersa nella serata di ieri da un report di CNBN. Secondo la notizia (non confermata né commentata dagli attori citati), la vendita sarebbe voluta dalla AT&T per appianare un debito da 200 miliardi di dollari, il guadagno stimato dall’operazione darebbe di 4 miliardi e fra gli acquirenti interessati ci sarebbero giganti dell’industria come Take-Two, Electronic Arts e Activision Blizzard.

    La Terra di Mezzo: L'Ombra della Guerra, WB Interactive, Monolith Productions
    La Terra di Mezzo: L’Ombra della Guerra

    Il trasloco di WB Interactive nella galassia di uno degli acquirenti sopra citati porterebbe anche a quello di team di sviluppo come Rocksteady (Batman: Arkham), Monolith (La Terra di Mezzo) e WB Montreal (che sembra essere il team responsabile del prossimo episodio di Batman: Arkham) solide realtà produttive che nel corso degli anni hanno portato lustro al comparto videoludico della Warner Bros.

    Diverso, com’è ovvio, è il discorso sulle licenze: essendo Harry Potter, la DC e l’universo tolkeniano (solo per citarne tre) da decenni in mano di Warner, possiamo escludere di vedere un Batman Arkham firmato Take-Two.

    Batman: Arkham Knight, Batman: Arkham, Warner Bros. Interactive, Rocksteady

    Proprio per questo motivo, se confermata la notizia potrebbe spiegare l’assenza di informazioni chiare sull’ultima incarnazione digitale dell’Uomo Pipistrello (ne avevamo parlato, per esempio, in questa news), della quale molto si è vociferato negli scorsi mesi ma che non è mai stata confermata ufficialmente. Se infatti le voci fossero confermate, significherebbe che WB Montreal non potrebbe più occuparsi del progetto.

    Ricordiamo inoltre che solo qualche giorno fa la WB Interactive era tornata al centro della scena per le nuove notizie sull’atteso RPG di Harry Potter.

    Quale destino avranno le licenze videoludiche di WB in caso di conferma?