This War of Mine viene inserito nel programma didattico delle scuole polacche

this war of mine verrà studiato nelle scuole polacche

This War of Mine è un survival gestionale in due dimensioni pubblicato nel 2014 su PC, PS4, Xbox One, iOS e Android in cui il giocatore deve sopravvivere all’assedio di una città fittizia (il gioco è ispirato a fatti reali, l’Assedio di Sarajevo – capitale della Bosnia – avvenuto negli anni Novanta, l’attacco più lungo a una singola città della storia moderna).

This War of Mine di 11 bit Studios, per la sua accuratezza e il suo impegno nel divulgare attraverso il medium videogioco una storia così cruda e spesso dimenticata, sarà inserito nella lista ufficiale delle “letture raccomandate” dalle scuole polacche, diventando il primo videogioco ad essere riconosciuto in questo modo.

La decisione è stata il risultato di una campagna lanciata all’inizio del 2019. L’inclusione di This War of Mine nella lista delle letture raccomandate per gli studenti polacchi è stata ora confermata dal primo ministro del paese, Mateusz Morawiecki.

Grande soddisfazione e orgoglio per il CEO del team di sviluppo, Grzegorz Miechowski, che ha rilasciato la seguente dichiarazione:

Certo, i giochi sono già utilizzati nell’educazione per insegnare matematica, chimica e sviluppare abilità cognitive, ma non credo che abbiamo mai incontrato un gioco ufficialmente incluso nel sistema educativo a livello nazionale come lettura scolastica. Sono orgoglioso di dire che il lavoro di 11 bit Studios può contribuire allo sviluppo dell’istruzione e della cultura nel nostro paese.

This War of Mine ha descritto l’esperienza del popolo bosniaco durante uno degli avvenimenti più brutali della storia moderna. Ha ottenuto un diffuso consenso per la sua rappresentazione realistica del costo umano che la guerra esige e ha venduto oltre 4,5 milioni di unità.

Il gioco sarà incluso nel programma didattico polacco per l’anno accademico 2020/21, ma sarà disponibile solo per gli studenti di età pari o superiore a 18 anni a causa della sua classificazione adottata nel paese europeo.

Sarà raccomandato per coloro che studiano sociologia, etica, filosofia e storia e sarà disponibile gratuitamente per gli studenti di tali materie. La Polonia è uno dei paesi che maggiormente, negli ultimi anni, ha visto una grossa espansione della propria industria videoludica, ponendo l’accento non solo sulla natura intrattenente del medium, ma anche sulle sue capacità divulgative e artistiche.

Un nome fra tutti, CD Projekt Red che è diventata nelle settimane scorse la maggiore software house europea, superando la francese Ubisoft.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE Gamesindustry

Articolo a cura di Michele Longobardi

Laureato in Lettere moderne, scopro la passione per il giornalismo quasi per caso. I videogiochi sono il mio più grande amore e così decido di coniugare le due cose. Il giornalismo videoludico diventa la mia forma finale.

Per me i videogiochi sono una forma d'arte e guai a dirmi il contrario.

Appassionato di tutto ciò da cui sgorga sangue: cinema horror (registi preferiti Argento e Romero), letteratura gialla e dell'orrore (autori preferiti Christie, Poe e Lovecraft) e ovviamente i videogiochi del genere (Silent Hill e Resident Evil sopra ogni cosa).

Il mio videogioco preferito di sempre è Fahrenheit che ho finito un numero non precisato di volte, da lì scaturisce la mia ammirazione per tutti i lavori di David Cage.

La mia "carriera" videoludica è segnata da un marchio da cui non sono mai riuscito a staccarmi: PlayStation! In circa 20 anni di gaming, ho completato più di 600 titoli.

outbuddies dx

Outbuddies DX | Recensione

do not feed the monkeys cover image

Do Not Feed The Monkeys (Nintendo Switch) | Recensione