Resident Evil VIII non può uscire su PS4 e Xbox One, ecco perché

resident evil VIII non uscirà su ps4 e xbox one

La presentazione di molti giochi per PS5 e Xbox Series X non esclude che alcuni di essi possano essere pubblicati anche sulle console dell’attuale generazione, anzi, le stesse aziende hanno confermato che su PS4 e Xbox One il supporto sarà ancora massiccio e convincente.

Ciò però non accadrà con Resident Evil VIII: Village che, invece, uscirà solo su PS5, Xbox Series X e PC, lasciando a bocca asciutta le console oggi in circolazione. Nel trailer mostrato al Future of Gaming di Sony, d’altronde, l’annuncio è chiaro. Ma c’è un motivo che ha spinto Capcom a concentrarsi solo sulla next-gen.

La motivazione ci viene spiegata da Dusk Golem, un insider che di Resident Evil sa veramente tutto, sul suo profilo Twitter.

In pratica, Resident Evil VIII: Village non vedrà la luce su PS4 e Xbox One perché queste due console, semplicemente non ce la farebbero.

L’ottavo capitolo della serie, come leggiamo nel tweet, avrà molta esplorazione, il villaggio sarà grande e, dunque, presenterà molte zone visitabili, le quali su PS5 e Series X verranno caricate subito, cosa che invece le console attuali non riuscirebbero a fare.

Visto che il gioco vuole essere particolarmente immersivo, tanti caricamenti tra una zona e l’altra avrebbero creato problemi all’esperienza.

Al team di sviluppo era balenata anche l’idea di diminuire la qualità di alcuni asset per offrire una versione “depotenziata” da far partire su PS4 e Xbox One, ma è stata scartata perché avrebbe rallentato lo sviluppo del titolo.


Leggi anche: Resident Evil VIII potrebbe essere ambientato in Romania.

Consigliato da Player.it: 5 cose che vorrei in Resident Evil: Village.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Michele Longobardi

Laureato in Lettere moderne, scopro la passione per il giornalismo quasi per caso. I videogiochi sono il mio più grande amore e così decido di coniugare le due cose. Il giornalismo videoludico diventa la mia forma finale.

Per me i videogiochi sono una forma d'arte e guai a dirmi il contrario.

Appassionato di tutto ciò da cui sgorga sangue: cinema horror (registi preferiti Argento e Romero), letteratura gialla e dell'orrore (autori preferiti Christie, Poe e Lovecraft) e ovviamente i videogiochi del genere (Silent Hill e Resident Evil sopra ogni cosa).

Il mio videogioco preferito di sempre è Fahrenheit che ho finito un numero non precisato di volte, da lì scaturisce la mia ammirazione per tutti i lavori di David Cage.

La mia "carriera" videoludica è segnata da un marchio da cui non sono mai riuscito a staccarmi: PlayStation! In circa 20 anni di gaming, ho completato più di 600 titoli.

Call of Duty, Cod, Call of Duty Modern Warfare 2, Infinity Ward

Metacritic incorona il Call of Duty migliore di sempre

Copertina per Rumour Engine Servo-teschio

Rumour Engine | Il servo-teschio che non ti aspetti