Presentazione PS5: vedremo un nuovo Crash Bandicoot (e un nuovo Gran Turismo)?

Crash Bandicoot, Naughty Dog, Sony Computer

Tempo di next-gen, tempo di presentazioni, tempo di rumor: mentre le ore che ci separano dalla presentazione PS5 di stasera si fanno sempre meno, la rete si sta scatenando col toto-titoli dei giochi che verranno presentati.

L’ultima speculazione di peso è delle scorse ore e riguarda Crash Bandicoot: nel corso della nottata vari influencer e insider hanno segnalato una nuova linea di gadget ispirati al personaggio, fatto che suggerirebbe la presentazione di un nuovo episodio della serie.

Uno dei tweet è quello del noto Wario 64:

La domanda sorge: perché questo revival del leggendario marsupiale? Bolle qualcosa in pentola?

Nel frattempo, sempre nelle ultime ore il post Sony in merito alla presentazione è stato retweettato anche da Kazunori Yamauchi, creatore della serie Gran Turismo, fatto che suggerirebbe una presentazione del settimo episodio della serie di giochi di corse.

Per non parlare dei rumor che vogliono un ritorno di Silent Hill, grande assente nella scorsa generazione che forse potrebbe tornare alla ribalta in grande stile.

Ora, parliamoci chiaro: le aspettative si stanno moltiplicando e può esserci anche anche il rischio di qualche delusione. D’altro canto, il lancio di PlayStation 5 è anche il lancio della quinta versione di un brand che porta con sé molti titoli storici capaci di smuovere entusiasmi di vario tipo, dunque di fatto ogni speranza è lecita.

Quali dei nostri miti di infanzia farà capolino stasera?

Non ci resta che aspettare le 22:00!

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE Comicbook

Articolo a cura di Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore.
Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman.
Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood).
Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play.
È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

hellblade 2 userà il motore grafico unreal engine 5

Hellblade 2 utilizzerà l’Unreal Engine 5

alex kidd torna con un remake

Alex Kidd torna nel ‘Miracle World’ con un remake