Vedremo Silent Hill alla presentazione di PS5? Probabile!

Silent Hill, PlayStation 5, Sony Computer Entertainment

La saga di Silent Hill da tempo una delle “grandi assenti” nel panorama del videogioco e in particolare dell’horror contemporaneo, motivo per cui fan e commentatori impazziscono a qualsiasi notizia su un suo possibile ritorno. Il rumor di oggi però potrebbe essere molto interessante e veritiero: secondo l’insider Dusk Golem, vero e proprio “guru” dei fandom di giochi horror, in grado di intercettare notizie sempre interessanti e fondate, ci sono molte possibilità di vedere le prime immagini di un nuovo progetto legato a Silent Hill nella serata del 4 giugno, durante la presentazione di Play Station 5.

In una serie di tweet arrivati durante la notte, Dusk Golem riferisce “senza mezzi termini” di essere certo di una presentazione del gioco da parte di Japan Studios/Sony, ma mette in chiaro che questa potrebbe slittare ad agosto nel caso in cui Sony deciderà di non rilasciare il gioco al lancio della console.

Si tratta di due tweet che, al di là della data effettiva di presentazione del progetto, mettono in chiaro un fatto che farà tremare molti: Silent Hill sta tornando.

Silent Hill, Konami, PlayStation 5
Torneremo presto nei panni di Harry Mason?

Indizi interessanti

Di per sé una notizia in arrivo da Dusk Golem dovrebbe già possedere di suo una certa affidabilità, ma a dare l’impressione che la news sia vera concorrono almeno altri due elementi:

  • Nella serata di venerdì, il creatore di Silent Hill Masahiro Ito ha ricondiviso la notizia dello show Sony del 4 giugno, portando i fan a pensare a novità in merito alla saga.
  • Indizio “indiretto” ma succoso: la scorsa settimana il team di Dying by Daylight ha rilasciato un DLC al gioco a tema Silent Hill, fatto che ci aveva fatto domandare se l’utilizzo di una licenza in teoria “morta” da parte di un gioco abbastanza quotato non anticipasse annunci più succosi.

A questo aggiungiamo i rumor sul brand (come questo) e su una possibile acquisizione di licenze Konami (“mamma” di Silent Hill) da parte di Sony (ne parlavamo qui), arrivati negli scorsi mesi.

Silent Hill, Konami, PlayStation 5

Reboot in arrivo?

Cosa aspetta Silent Hill? Un sequel o un reboot?

L’ipotesi più valida, supportata anche da Dusk Golem, sarebbe quella di un “soft-reboot” che non stravolgerebbe del tutto la serie ma la rielaborerebbe. Ad avvalorarla sarebbe il fatto che troppi anni e troppa acqua sotto i ponti sarebbero passati dall’ultimo (e in parte criticato) episodio della serie, Silent Hill: Downpour, fatto che potrebbe portare gli sviluppatori a una sorta di restart.

Inoltre non va sottovalutato il fatto che, in caso Sony avesse davvero comprato i diritti da Konami, l’azienda potrebbe voler giocare in un campo creativo e commerciale tutto suo in modo da poter controllare senza problemi le sorti del brand.

Altra domanda è sul “chi” curerà l’operazione: forse Kojima Productions? O lo stesso Ito, tornato al comando della sua ammiraglia?

Speriamo che giovedì 4, o tutt’al più ad agosto, Sony sciolga le ultime riserve e ci aiuti a capire quale destino avrà la saga horror iniziata nel 1999.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE Wccftech

Articolo a cura di Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore.
Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman.
Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood).
Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play.
È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

final fantasy

Cristalli di sogni e realtà: la cultura di Final Fantasy a cura di Francesco Toniolo

Copertina per la quarte parte di Momenti BG 53

Momenti BG 53: Kharadron Overlords, Parte 4