HOME » news

Dontnod (Life is Strange) sbarca oltreoceano: nuovo studio a Montreal

Dontnod, Life is Strange, Max, Chloe

Dei vari studi in ascesa, il francese Dontnod Entertainment è stato uno di quelli in grado di farsi valere attraverso titoli dal budget non faraonico ma con tante buone idee, a cominciare dall’introspettivo e intenso Life is Strange per terminare con l’imperfetto ma appassionante Vampyr. Oggi, forse grazie alla buona affermazione, Dontnod sembra pronta a un’espansione importante: la compagnia aprirà infatti uno studio a Montreal, in Canada, assumendo nuovi programmatori oltreoceano.

Vampyr (2018)

L’obiettivo, stando alle parole del CEO Oskar Guilbert, è quello di perfezionare la squadra con l’obiettivo di “creare nuovi giochi che si avvicinino il più possibile alle aspettative della nostra community”. Il CEO ha inoltre aggiunto come l’internazionalità del team possa essere un punto a favore del progetto.

Ricordiamo che al momento Dontnod è al lavoro su due nuovi progetti: il thriller a tinte soprannaturali e psicologiche Twin Mirror (che dovrebbe arrivare nel corso del 2020, qui qualche informazione in più sul progetto), e, in collaborazione con Microsoft, Tell Me Why, che riprende le atmosfere adolescenziali di Life is Strange.

Quanti di voi hanno amato la peculiare filosofia di game design di Dontonod, che mescola in modo sapiente psicologia, thrilling e dramma?

FONTE Gematsu

Articolo a cura di Fabio Antinucci

30 anni (anagraficamente, in realtà molti di più) ha alle spalle esperienze come copywriter, redattore multimediale e critico cinematografico, letterario e fumettistico, laureato con una tesi triennale su Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan e una magistrale su From Hell di Alan Moore.
Appassionato di letteratura horror e fantastica, divoratore di film di genere di pessima lega (ma ha nel cuore pezzi da novanta come Kubrick, Mann e Kurosawa), passa le sue giornate fra romanzi di Stephen King, graphic novel d’autore e fascicoletti di Batman.
Scrive (male) da una vita, e ha pubblicato un romanzo breve (Cacciatori di morte) e due librigame (quelli della saga di Child Wood).
Crede che il gioco sia una forma di creazione e libertà, capace di farti staccare la spina e al contempo di far riflettere, ragionare, commuoverti e socializzare. Per questo gioca di ruolo da dieci anni (in particolare a Sine Requie, D&D, Vampiri la Masquerade e Brass Age) per questo adora perdersi di fronte alla sua Play.
È innamorato del videogioco grazie a Hideo Kojima e al primo Metal Gear Solid, al quale ha giurato amore eterno, ma col tempo ha imparato ad amare gli open-world, gli action-adventure, gli rpg all’occidentale, i punta e clicca, a una condizione: che raccontino una bella storia.

sonic-il-film-sequel-e-altri-film-di-sega

Sega: Il successo del film di Sonic offre “nuove opportunità” (Annunciato il seguito)

the-witcher-vende-50-milioni-di-copie

La serie di The Witcher ha venduto più di 50 milioni di copie (solo il 3 28,3)