Microsoft partner di un torneo di Forza Motorsport 7 che rimpiazza le Olimpiadi Speciali

torneo di forza motorsport 7 per sostituire le olimpiadi speciali

Microsoft sta collaborando con il comitato Special Olympics USA per organizzare un torneo di Forza Motorsport 7 che va a sostituire le gare delle Olimpiadi Speciali che non possono tenersi per ovvi motivi, cioè lo stato di emergenza causato dal COVID-19.

I Giochi Olimpici Speciali rappresentano una manifestazione multisportiva a cadenza biennale a cui partecipano atleti con disabilità intellettiva.

Le specialità sono davvero tantissime, si passa dalla pallacanestro al badmington, dal ciclismo al judo fino ad arrivare al softball e allo snowboard. Ovviamente, riuscire a simulare tutti questi sport con dei titoli videoludici a tema non era possibile, dunque si è optato per un torneo di Forza Motorsport 7, uno dei migliori titoli di corse in circolazione.

Il torneo è previsto per il 30 maggio e sarà possibile seguirlo su Mixer, Twitch e il canale YouTube di Xbox. La particolarità risiede nel fatto che la premiazione avverrà su Minecraft, un altro bellissimo esempio di come certi videogiochi riescano a sopperire a problemi legati alla necessità di adottare le norme di distanziamento sociale.

Nel comunicato stampa, Microsoft riferisce ulteriori dettagli:

Con l’allenamento atletico e le competizioni attualmente rimandate a causa di COVID-19, le Olimpiadi speciali sono alla ricerca di nuovi modi per connettersi, competere e divertire. Una parte fondamentale di questo evento sarà rappresentata dalle storie degli stessi atleti – permettendo a una vasta base di fan di sapere chi sono, di cosa si preoccupano, di come si sentono – mentre scoprono una nuova comunità e l’entusiasmo nel giocare a Forza Motorsport 7.

Come partner di lunga data, Microsoft e Special Olympics collaborano dal 2014 con l’obiettivo di potenziare i programmi Special Olympics attraverso la tecnologia. Nel corso della partnership, tecnologie come Xbox e Microsoft Teams sono state strumenti per riunire adulti e bambini con disabilità intellettive di fronte a una serie di ostacoli.

La partnership prevede anche un attivo coinvolgimento dei giocatori Xbox, i quali possono donare i propri punti Microsoft Rewards online e tramite la propria console utilizzando l’app Microsoft Rewards.


Leggi anche: Videogiochi e disabilità: nasce un sito per aiutare i team di sviluppo.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!
FONTE News Xbox

Articolo a cura di Michele Longobardi

Laureato in Lettere moderne, scopro la passione per il giornalismo quasi per caso. I videogiochi sono il mio più grande amore e così decido di coniugare le due cose. Il giornalismo videoludico diventa la mia forma finale.

Per me i videogiochi sono una forma d'arte e guai a dirmi il contrario.

Appassionato di tutto ciò da cui sgorga sangue: cinema horror (registi preferiti Argento e Romero), letteratura gialla e dell'orrore (autori preferiti Christie, Poe e Lovecraft) e ovviamente i videogiochi del genere (Silent Hill e Resident Evil sopra ogni cosa).

Il mio videogioco preferito di sempre è Fahrenheit che ho finito un numero non precisato di volte, da lì scaturisce la mia ammirazione per tutti i lavori di David Cage.

La mia "carriera" videoludica è segnata da un marchio da cui non sono mai riuscito a staccarmi: PlayStation! In circa 20 anni di gaming, ho completato più di 600 titoli.

The Last of Us Part II, The Last of Us, Naughty Dog, Sony, Ellie

The Last of Us-Part II: guerra aperta agli spoiler su Twitter

fortnite assalto all'agenzia

Fortnite – guida alle sfide assalto all’agenzia