HOME » news

Mostrato un trailer per Amnesia: Rebirth, un nuovo videogioco di Frictional Games

https://www.player.it/wp-content/uploads/2020/03/amnesia_rebirth_cockpit.jpg

Nel periodo nero dei Survival Horror a tenere alta la bandiera dello spavento, a lasciare che i giocatori frignino per ogni rumorino, a far rischiare l’infarto a tanti giocatori, ci hanno pensato una lunga serie di avventure horror realizzate dai più disparati sviluppatori.

Uno degli sviluppatori che meglio è riuscito a far vivere l’eredità di videogiochi come Silent Hill o Resident Evil è senza dubbio Frictional Games, conosciuto per una tripletta di adventure games orrorifici a nome Penumbra ed esploso poi grazie a Amnesia: The Dark Descent, videogioco che avrete sicuramente visto in qualche jumpscare compilation su Youtube.

Frictional Games, dopo aver consegnato tale titolo ha immediatamente fatto il salto di qualità a livello commerciale, diventando più che indipendente grazie agli introiti del caso ed ha guadagnato il tempo necessario alla creazione di una IP tutta nuova: Soma, un videogioco horror di grande qualità che gioca con il concetto di ego e con tutte le argomentazioni filosofiche che girano intorno ad esso.

Frictional Games ha però altre intenzioni per il suo brand più importante: è in arrivo un nuovo capitolo.

Amnesia Rebirth è il nome del nuovo videogioco della serie. Il titolo ripercorrerà il viaggio di Tasi Trianon attraverso il deserto algerino, caldo e desolato come non mai. Il deserto algerino non è una novità completa all’interno della lore del brand: esso fu ampiamente citato all’interno dei flashback di Amnesia: The Dark Descent e fungeva da starting point per alcune diramazioni della trama.

Il comunicato stampa rilasciato insieme al trailer parla di alcune caratteristiche della trama di gioco

Amnesia Rebirth sarà uno straziante viaggio emotivo, qualcosa di diverso, decisamente meno prevedibile di ciò a cui vi abbiamo abituato.

Il titolo vi metterà alla prova in modi che non vi aspettate. Il nostro obbiettivo è quello di andare a pescare le paure più profonde e recondite del giocatore, facendovi pensare e ragionare sulla loro natura

Quando Amnesia The Dark Descent è stato rilasciato, abbiamo apprezzato moltissimo il feedback dei giocatori, specie quelli che ci confessavano di non riuscire a proseguire perché soverchiati dalla paura e dallo spavento per poter continuare.

In Frictional Games pensiamo che al giorno d’oggi non è più sufficente fare semplicemente un videogioco horror. Vogliamo portarvi oltre il concetto di orrore e farvi sbucare dall’altra parte, per vedere se riuscirete a sostenere il peso di quello che vi ritroverete a vivere.

Il trailer in calce a questo articolo mostra forse il modo in cui il giocatore arriverà sul territorio algerino: un aereo abbattuto, il buio infinito della notte e poche altre cose sembrano voler sintetizzare l’atmosfera del titolo.

Amnesia: Rebirth è previsto per PC e Playstation 4 per l’autunno del 2020, una buona notizia per tutti gli appassionati di Horror che cercano un’esperienza più subliminale rispetto alla violenza fisica di Resident Evil, il tutto in attesa che qualcuno si ricordi che il maestro di questo tipo di horror, Silent Hill, ancora dorme silenzioso da qualche parte negli uffici marchi di Konami.

Articolo a cura di Graziano Salini

Essere umano dotato di infinito nozionismo su cose di dubbia utilità, interagisce con il mondo dei videogiochi da quando ritiene di avere coscienza di sé. I punti forti del suo curriculum sono le oltre seimila ore passate sui moba, gli infiniti titoli conosciuti (e giocati) esplorando i meandri più reconditi della rete e l'indubbia capacità nel "flammare" con gentilezza il giocatore che ha davanti nella sua lingua natia.

Dopo aver preso coscienza dell'esorbitante numero di ore passate su giochi in grado di danneggiare gli organi interni, il tizio raffigurato in foto ha deciso di comprarsi un computer normale e di tenersi aggiornato con le console dando frutto a lunghe sessioni di blasfemie e coccole davanti all'action adventure o al gioco di ruolo di turno, impazzendo davanti a enigmi dalle soluzioni lapalissiane o superando con scioltezza nemici dalla difficoltà aberrante.

Nemico pubblico della punteggiatura e del bel scrivere, può vantare un lessico forbito da completo autistico derivato dai quintali di fumetti Disney letti in tenera età. Al momento sta aspirando alla santità aiutando tutto e tutti in missioni dalla dubbia utilità; aggiorna costantemente i suoi amici facebook sulla musica che ascolta (bella sopra ogni buon senso) e sui giochi che conclude, giusto per dare un senso ad account vecchi lustri.

bungie e microsoft lavorano da casa per il coronavirus

Gli staff di Bungie e Microsoft potranno lavorare da casa per prevenire il contagio

Warframe | Guida alla quest “Il Premio di Vor”