Play Modena 2018: in arrivo TeenTales, il GDR che fa rivivere gli anni ’80

teentales anni 80 gdr gioco di ruolo

Più passa il tempo, più i “fantastici” anni ’80 sembrano riscuotere successo nella fascia nerd della società. Le risposte possibili al perché di questo fenomeno sarebbero indubbiamente molteplici e innumerevoli esperti si affaccenderebbero a dare la risposta giusta, adducendo questa o quella giustificazione. Io, personalmente, ritengo semplicemente che la mia – o forse la nostra, caro lettore – generazione guardi a quegli anni con gli occhi e il cuore di un teenager, serbando ancora il ricordo di una epoca che riteniamo d’oro che mai più tornerà: già, la pubertà.

Sarà cosi? Non sarà cosi? Sinceramente, chissenefrega!TeenTales - Mini G4m3s Studios Logo
Oggi sono qui per un altro motivo. Sono qui per dirvi che per questo Modena Play: Festival del Gioco la Mini G4m3s Studio – casa editrice di Francesca Marina Costa, Fabio Bottoni e Andrea Zoffoli – ha deciso di farvi un grosso, ma che dico, un ENORME regalo (si fa per dire eh, portateli lo stesso i i dindini): TeenTales, il gioco di ruolo animato e pervaso dal più fervente spirito degli “anni ’80”.

Siete ancora a caccia del tesoro di Willy l’Orbo?
Anche voi volete la vostra Eleven da proteggere?
C’avete voglia di viaggiare indietro nel futuro?
Vi serve un po di Garmonbozia?

Non credete alle mie parole? Va bene, guardate questa immagine e poi ne riparliamo.

TeenTales, immagine promozionale - Mini G4m3s Studios
Avete trovato in soffitta la mappa di un tesoro? Nel vostro garage c’è una strana creatura aliena? Le sparizioni degli ultimi giorni sono collegate all’incidente al centro ricerche fuori città? Tutto questo è TeenTales! Preparate il vostro walkman!

Nel frattempo che vi sforzate di trovare tutte le innumerevoli citazioni presenti nella bellissima tavola realizzata da Francesca Marina Costa – si, sono veramente tantissime, vi sfido a trovarle tutte – vi fornisco due brevi dettagli come rilasciati dagli stessi autori: “TeenTales è un gioco di ruolo con regole semplici e intuitive, adatto sia a giocatori esperti che ai neofiti.”

Sarà vero? Io dico di si, ma mi domando anche: riusciranno coloro che nulla sanno degli anni ottanta – se non quello immortalato per sempre in pellicole cult come “I Goonies“, “Ritorno al Futuro“, “Stranger Things“, “I Segreti di Twin Peaks“, etc. – ad immergersi nei “fantastici anni ’80“?
Noi di Player.it ce lo auguriamo, perché la sfida che gli autori si sono posti non è banale.

Questo per ora è tutto ma, continuate a seguirci, sono certo che altro materiale verrà rilasciato prima dell’inizio dell’attesa fiera di Modena.

Fonte

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Andrea De Bellis

Appassionato da sempre di gioco di ruolo, intervallo per anni la mia vita tra questi, lo studio e il lavoro. Dopo un periodo da giornalista professionista decido di laurearmi in storia, mia altra grande passione. Da qui il passo alla scrittura è breve.

Comprendendo come l'intrattenimento non possa essere in alcun modo scisso dal provare emozioni, mi propongo quale recensore emozionale per Player.it, ideando e curando nel frattempo le rubriche "Italy&Videogames", "Interviste Impossibili", "LARP: A Night With..." e "Autori di Ruolo: D12 domande a...", scrivendo il romanzo "Il diario del dott. Flammini" e ideando e lanciando le rubriche "Venerdì Oldies" e "Recensioni Emozionali", sostenendo sempre quanto sia più interessante parlare di "cosa suscita un titolo quando lo si gioca" piuttosto che l'evergreen "cosa è e come come funziona questo gioco".

Il gioco è intrattenimento, l'intrattenimento è emozione, l'emozione è vita.

Amazon Echo, Apple HomePod, Google Home e Home Mini: il confronto

guida sea of thieves

Guida Sea of Thieves: Come sbloccare i titoli dei Gold Hoarders