HOME » news

Ha inizio la beta del multiplayer di Mario Kart Tour

inizia la beta del multiplayer di mario kart tour

Nintendo ha annunciato che da oggi ha inizio la beta per testare il multiplayer di Mario Kart Tour. I giocatori che vorranno provare la modalità multiplayer del racing game mobile dovranno stipulare l’abbonamento mensile al Gold Pass che costa 4,99 euro. Chi non ne è in possesso, può comunque avvalersi dei giorni di prova e poi eliminare la propria iscrizione poco prima del rinnovo automatico. 

Nintendo ha confermato che la beta sarà in vigore fino al 27 dicembre 2019. C’è dunque una settimana di tempo per testare le funzionalità del multi di Mario Kart Tour, titolo divertentissimo da giocare nelle modalità pubblicate al lancio, ma che aveva assolutamente bisogno di questa aggiunta per offrire un pacchetto davvero completo ai giocatori.

Nintendo ci ha tenuto a precisare che la beta multiplayer di Mario Kart Tour, rappresentando un test, potrebbe avere qualche problema tecnico. Il sito web ufficiale dice che le persone potrebbero notare ritardi, disconnessioni e arresti anomali mentre partecipano a una gara con altre persone. In linea di massima, però, l’esperienza dovrebbe garantire le ore di gioco necessarie per dare un’idea chiara di come sarà il multiplayer una volta uscito dalla beta.

Inoltre, Nintendo avverte che potrebbe esserci un consumo più esoso della batteria rispetto a quando si gioca alle modalità in single. Tutto sommato, pensiamo che sia una cosa abbastanza normale, ma Nintendo ha fatto bene a specificarlo. A chi volesse poi trasferire i dati di salvataggio della beta al gioco base, dobbiamo dire che sfortunatamente non potrà farlo.

Ricordiamo che fino ad ora i giocatori hanno gareggiato contro i “ghost” di altre persone, in una sorta di simulazione del multiplayer. Ciò ha provocato un po’ di disappunto nei fan che avrebbero voluto il multiplayer vero e proprio fin dal principio. Comunque, è bastato aspettare un po’, d’altronde con la pazienza si ottiene tutto… o quasi, no?

FONTE Siliconera

Articolo a cura di Michele Longobardi

Laureato in Lettere moderne, scopro la passione per il giornalismo quasi per caso. I videogiochi sono il mio più grande amore e così decido di coniugare le due cose. Il giornalismo videoludico diventa la mia forma finale.

Per me i videogiochi sono una forma d'arte e guai a dirmi il contrario.

Appassionato di tutto ciò da cui sgorga sangue: cinema horror (registi preferiti Argento e Romero), letteratura gialla e dell'orrore (autori preferiti Christie, Poe e Lovecraft) e ovviamente i videogiochi del genere (Silent Hill e Resident Evil sopra ogni cosa).

Il mio videogioco preferito di sempre è Fahrenheit che ho finito un numero non precisato di volte, da lì scaturisce la mia ammirazione per tutti i lavori di David Cage.

La mia "carriera" videoludica è segnata da un marchio da cui non sono mai riuscito a staccarmi: PlayStation! In circa 20 anni di gaming, ho completato più di 600 titoli.

Nuovi dettagli e screenshot per Yakuza: Like A Dragon

Yakuza: Like A Dragon | Nuove informazioni, dettagli sulle attività e screenshot

CDPR parla del motore grafico di Cyberpunk 2077

Cyberpunk 2077 impossibile con il motore grafico di The Witcher 3