Super Smash Bros: Banjo e Kazooie tra i personaggi giocabili?

super smash bros banjo kazooie

Lo scorso Nintendo Direct ha regalato parecchie novità per tutti i possessori di Switch, che avranno parecchi titoli a cui giocare nei prossimi mesi. Tuttavia, è innegabile che il vero grande annuncio della scorsa diretta della grande N sia stato Super Smash Bros. Non sono ancora disponibili tanti dettagli sul gioco, e le notizie che girano in rete non sono altro che speculazioni. Tuttavia, da parecchi anni a questa parte, i fan dell’esclusiva Nintendo hanno un piccolo sogno nel cassetto: vedere Banjo e Kazooie aggiunti nel roster dei personaggi giocabili di Smash Bros. Ebbene, queste loro richieste potrebbero finalmente essere soddisfatte. In un recente tweet, il capo di Xbox Phil Spencer si è detto possibilista su questa ipotesi, affermando di aver già collaborato in passato con Nintendo.

Rivedremo Banjo e Kazooie in Super Smash Bros?

[amazon_link asins=’B00DL0IO40,B00NB04ZDY,B00DL0INNW,B00FBBKITQ,B00MTSPX8A’ template=’Carosello_prodotti’ store=’frezzanet04-21′ marketplace=’IT’ link_id=’576417f3-2cf4-11e8-93ae-3b49de4a008e’]

Chiunque ami professarsi gamer, non può non riconoscere quanto grande sia stato il contributo di Rare al mondo dei videogiochi. Nel corso degli anni, lo sviluppatore inglese ha creato gemme di assoluto valore come Donkey Kong Country, Killer Instict, Star Fox Adventures, Battletods, Perfect Dark e, appunto, Banjo-Kazooie. Il gioco, uscito per Nintendo 64 nel lontano 1998, ebbe un tale successo da riuscire ad inaugurare una saga apprezzatissima dai fan. Nel 2002, come sappiamo, Rare è stata ufficialmente acquisita da Microsoft, per cui ha realizzato la recente esclusiva Sea of Thieves. Tutto ciò ha reso possibile l’approdo della “strana coppia” su Xbox. Proprio per questa ragione, in molti dubitavano che Banjo e Kazooie sarebbero mai potuti comparire in Super Smash Bros.

Ad esprimersi sull’argomento, seppur non direttamente, è stato Phil Spencer in persona. Il capo della divisione Xbox, rispondendo ad un tweet di un utente, ha affermato di desiderare l’approdo dell’orso e dell’uccello più famosi della storia dei videogame nel prossimo Super Smash Bros. È doveroso, a questo punto, fare una premessa: nonostante le buone intenzioni di “Big Phil”, questo tweet non significa assolutamente che vedremo sicuramente approdare il duo sul celebre picchiaduro Nintendo. Lo stesso roster dei combattenti è, allo stato dei fatti, totalmente avvolto nel mistero. Tuttavia, le parole di Spencer costituiscono decisamente un ottimo punto di partenza, facendoci capire che una collaborazione tra Microsoft e Nintendo non è da escludere.

Altre informazioni su Super Smash Bros.

Super Smash Bros
Il gioco che tutti attendono potrebbe regalarci non poche sorprese.

Ci siamo già soffermati sul clamore suscitato dall’annuncio del picchiaduro targato Nintendo. Il dubbio che, più di ogni altro, attanagliava, ed attanaglia ancora oggi i fan, può essere sintetizzato in una semplice domanda: il Super Smash Bros. presentato in occasione del Nintendo Direct è un porting o un nuovo gioco? Non è ancora possibile dare una risposta definitiva, ma ci sono molti indizi che portano nella direzione di un videogame nuovo di zecca. Se gli unici personaggi finora “confermati” nel roster sono Mario, Link e gli Inkling di Splatoon, su tutti gli altri combattenti c’è un fitto alone di mistero. Nonostante alcune sagome siano inconfondibili (quella di Bowser su tutte), la sensazione è che ci sia ancora un po’ di tempo da attendere.

L’unica cosa che sappiamo è che, nel susseguirsi dei vari capitoli, il numero dei personaggi giocabili è costantemente cresciuto. Partendo dai 12 combattenti presenti in Super Smash Bros., siamo passati ai 25 di Smash Bros. Melee, aumentati poi a 35 con Brawl, fino ai 58 lottatori presenti in Super Smash Bros 4. È facile immaginare, a questo punto, che nel nuovo capitolo della serie il numero dei personaggi giocabili sia superiore a 60. Solo il tempo potrà dirci se anche Banjo e Kazooie si aggregheranno al roster oppure se i sogni dei gamer di mezzo mondo siano destinati a rimanere tali.

Restate sintonizzati per ulteriori news in merito.

Ti è piaciuto l'articolo o hai perplessità?
Entra nel nostro gruppo Facebook o sul gruppo Telegram!

Articolo a cura di Claudio Albero

Nasce a Torre del Greco, una piccola metropoli alle falde del Vesuvio, nei favolosi anni ’80, che già però non avevano più niente di favoloso. Provano ad educarlo con Beatles e musica classica sin dalla più tenera età, ma lui, di tutta risposta, si appassiona all’ heavy metal ed ai videogame , spendendo un piccolo patrimonio in sala giochi, quando queste due parole erano ancora slegate dalle slot machine.

Dopo aver mosso i primi passi su Sega Master System II con Alex Kidd, il Super Mario con le orecchie a sventola, si innamora dei platform, degli action/adventure e degli RPG, con particolare attenzione alla saga di Final Fantasy.

Inguaribile sognatore con le radici saldamente ancorate nel passato, scopre la sua passione per la scrittura quasi per caso, in uno dei tanti pomeriggi passati tra i corridoi della Facoltà di Giurisprudenza di Napoli, dove si laureerà giusto qualche anno dopo, con una tesi in Diritto d’Autore basata sull’opera multimediale.

Dopo aver scritto di attualità e musica su Lacooltura.it , Road TV Italia e Federico TV , approda sui lidi di Player.it , in cui comincia sin da subito ad apprendere e fare domande, guadagnandosi rapidamente il titolo di “ redattore rompiscatole del mese ”. Nonostante sia legatissimo alla grande famiglia di Player, non sono rare alcune sue incursioni su portali come Gameplay Café e Spazio Rock .

Musica, videogame, concerti, boardgame, modellismo, fumetti, cinema e serie tv: tanti hobby diversi tra loro, ma collegati da un fil rouge che li unisce tutti: il divertimento . È proprio questo che cerca in un videogame, è proprio questo sentimento che muove le sue dita, ed è sempre il divertimento la sensazione che cerca di infondere nei suoi articoli.

Al di fuori del mondo del gaming, indossa giacca e cravatta per mimetizzarsi nel mondo degli avvocati, esercitando la professione forense, con lo scopo di conoscere a fondo le “ regole del gioco ”, nonché di minacciare di far causa a chiunque al minimo pretesto.

nintendo switch record

Nintendo Switch ha infranto un altro record

kraken sea of thieves

Guida Sea of Thieves – Come uccidere il Kraken